x

2016, anno di UNIONI CIVILI e legge contro l’OMOFOBIA – la promessa di Matteo Renzi

Condividi

10405640_673801459334598_6653069685041922819_n2

La step child adoption nasce come proposta nella Leopolda del 2012, è una proposta che noi abbiamo appoggiato allora, ma su cui ci sono opinioni diverse, non c’è unanimità di consensi ma c’è una grande occasione: finalmente si può fare una discussione seria, non partendo dagli steccati ideologici del passato”. “La legge sulle unioni civili ci vuole e nel 2016 va fatta, non mi tiro indietro. La discussione dovrà essere rapida e deve avere dei tempi di realizzazione più veloci possibili. Metterò la stessa energia che ho messo sulle riforme costutuzionali sulle riforma dei diritti, non sole le unioni civili ma anche lo Jus soli e il terzo settore e l’associazionismo, queste non sono cose di sinistra ma di buon senso“.

Così parlò Matteo Renzi nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine anno che si è tenuta oggi a Montecitorio, promettendo quindi EPOCALI diritti in arrivo nel 2016. Ed è qui che parte la CRONOSTORIA renziana:

2012, piena campagna elettorale: Unioni civili entro i 100 giorni di governo.
15 giugno 2014: Civil partnership a settembre.
16 settembre 2014, Renzi: Unioni Civili entro 1000 giorni di Governo.
29 settembre 2014: Renzi, Civil Partnership alla tedesca quando saranno approvate legge elettorale e riforma costituzionale.
19 ottobre 2014 – Matteo Renzi dalla d’Urso: Unioni Civili in Senato a Gennaio.
25 maggio 2015: Civil Partnership, Matteo Renzi promette: sarà votata tra luglio e settembre.
13 luglio 2015 – l’appello di Monica Cirinnà: chiudiamo entro l’8 agosto.
18 luglio 2015: Matteo Renzi assicura: entro fine anno saranno LEGGE.
19 luglio 2015, Renzi: entro il 15 Ottobre approvazione DDL Unioni Civili.
24 agosto 2015, Cirinnà: Unioni Civili, dal 2 settembre si va avanti, i numeri ci sono.
25 maggio 2015: DDL Cirinnà sarà votato tra luglio e settembre.
2016: daje a ride.

Autore

Articoli correlati