Ecco i film degli ultimi 20 anni meglio recensiti secondo Rotten Tomatoes – sorpresa 2017

Condividi

boyhood

locandina  2017: “Get Out” di Jordan Peele – 99% di recensioni positive su 295 critiche.
2016: “Moonlight” di Barry Jenkins, 98% di recensioni positive su 305 critiche.
2015: “Mad Max: Fury Road” di George Miller, 97% di recensioni positive su 374 critiche.
2014: “Boyhood” di Richard Linklater, 97% di recensioni positive su 290 critiche.
2013: “Gravity” di Alfonso Cuaron, 96% di recensioni positive su 321 critiche.
2012: “Argo” di Ben Affleck, 96% di recensioni positive su 317 critiche.
2011: “Harry Potter e i Doni della Morte – Part 2”, 96% di recensioni positive su 315 critiche.
2010: “Toy Story 3”, 99% di recensioni positive su 291 critiche.
2009: “Up”, 98% di recensioni positive su 287 critiche.
2008: “The Dark Knight” di Christopher Nolan, 94% di recensioni positive su 326 critiche.
2007: “Ratatouille” di Brad Bird, 96% di recensioni positive su 245 critiche.
2006: “The Queen”, 97% di recensioni positive su 1189 critiche.
2005: “Murderball”, 98% di recensioni positive su 138 critiche.
2004: “The Incredibles” di Brad Bird, 97% di recensioni positive su 236 critiche.
2003: “Alla ricerca di Nemo” di Andrew Stanton, 99% di recensioni positive su 259 critiche.
2002: “Il signore degli Anelli: Le due Torri”, 96% di recensioni positive su 250 critiche.
2001: “Monsters & Co.”, 96% di recensioni positive su 192 critiche.
2000: “Chicken Run”, 97% di recensioni positive su 170 critiche.
1999: “Toy Story 2”, 100% di recensioni positive su 163 critiche.
1998: “The Truman Show”, 94% di recensioni positive su 125 critiche.
1997: “L.A. Confidential”, 99% di recensioni positive su 109 critiche.

mad-max-fury-road

Ovvero 8 lungometraggi animati su 20, 7 dei quali Pixar, un titolo LGBT (Moonlight), un documentario (Murderball) e la vera sorpresa del 2017, Get Out, riuscito a superare in volata film come Lady Bird, Chiamami col tuo nome e Dunkirk. Sarà davvero l’horror di Jordan Peele, caso di stagione negli Usa, il clamoroso trionfatore agli Oscar 2018?

Autore

Articoli correlati

Comments

  • God 30 Dicembre 2017 at 21:57

    Secondo me quel che conta in un film drammatico e di spessore come questo, è ciò che ti lascia dopo i titoli di coda, più che la perfezione dell’esecuzione.

    Di Moonlight ho trovato la costruzione perfetta, anche se forse un po’ debole la performance degli attori (parlo in particolare solo della parte terza).

    Se invece parliamo di thriller, commedie o action movie allora l’esecuzione è più importante del messaggio. In questo caso “Ti presento i miei”, “Independence Day” o “Jurassic Park” sono dei capolavori.

  • Nicola 30 Dicembre 2017 at 18:43

    Mah, si sicuro, ho trovato tutta la prima parte impeccabile, il personaggio dello spacciatore e la sua dinamica con il bambino interessante. Bello l’uso del colore e del sonoro… ma la seconda e terza parte sono più statiche, ovvie e a tratti quasi televisive- vedi l’incontro con la madre in rehab. Insomma, un buon film, con un tema importante ma da qui a gridare al capolavoro… la la land l’ho trovato vuoto vero è noioso

  • God 30 Dicembre 2017 at 15:06

    È un film straordinario che parla di bullismo e di come vivere in una famiglia disfunzionale possa portare a diventare ciò non si è realmente, compromettendo radicalmente il resto dell’esistenza di una persona.

    C’è una scena in particolare che secondo me da sola vale l’Oscar ed è quando il bambino chiede a Mahershala Ali “Cos’è un frocio?” che in un secondo condensa tutto il senso del film.

    Sono contento che gli Oscar abbiano riconosciuto l’importanza di Moonlight con il premio più importante perché il suo messaggio è molto più forte di quella paraculata vista e stra vista su ambizioni e successo flamboyant di La La Land.

  • Enrico 30 Dicembre 2017 at 12:34

    Il finale di Get Out è IMBARAZZANTE. Ma scherziamo?

  • Enrico 30 Dicembre 2017 at 12:34

    Il finale di Get Out è IMBARAZZANTE. Ma che scherziamo?

  • Nicola 29 Dicembre 2017 at 23:52

    Io in Moonlight non ci ho trovato niente di straordinario. Non ho ancora visto boyhood, resto curioso di quel titolo

  • SoundPost 29 Dicembre 2017 at 22:28

    Get Out mi è piaciuto tantissimo… non lo definirei proprio horror però.