Tommaso Paradiso e l’Italia in pandemia: “Curling ed Eurovision, ripiamose”. Polemiche e rettifica

Condividi

Prima la sparata notturna, le polemiche social e ora il ‘chiarimento’.

“Mi riferisco a una deviazione che non mi piace, quella di una società mono discorsiva, mono argomentativa, non si può parlare sempre e solo di una cosa.
Tendenzia che definirei algoritmica, mi sembra irrefrenabile. Mi dispiace, tutto qua. Ovviamente credo che la pandemia abbia accelerato questo processo, perché sono 2 anni che stiamo davanti a televisori e telefonini e non facciamo nient’altro. Faccio il tifo per la pluralità, anche argomentativa, discorsiva. Non se po’ parlà sempre de una cosa”.

Manco a dirlo, Tommaso Paradiso ha in uscita il suo primo film da regista e il nuovo disco. Ergo, purché se ne parli.

Autore

Articoli correlati