Eurovision 2020, ci sarà uno show alternativo per onorare i brani degli artisti

Condividi

https://www.youtube.com/watch?v=TA57rugucwk

Siamo stati sopraffatti dall’amore che la famiglia dell’Eurovision Song Contest ha condiviso dopo la difficile decisione di annullare l’evento del 2020.
L’EBU è ben consapevole di quanto ci mancherà l’Eurovision Song Contest quest’anno. I valori di universalità e inclusività del Contest e la nostra orgogliosa tradizione di celebrare la diversità attraverso la musica sono ora più che mai necessari.
Come tale, l’UER e i suoi membri stanno attualmente esplorando una programmazione alternativa, ma non una competizione, per aiutare a unire e intrattenere il pubblico in tutta Europa durante questi tempi difficili.
È nostra intenzione con questa programmazione, e sulle nostre piattaforme online nei prossimi mesi, onorare le canzoni e gli artisti che sono stati scelti per l’Eurovision Song Contest 2020.
Tenendo presente ciò, il Gruppo di riferimento, il consiglio di amministrazione del Song Contest, ha deciso che, in conformità con le Regole dell’Eurovision Song Contest, le canzoni di quest’anno non saranno idonee a competere quando il Contest tornerà nel 2021.
A loro discrezione, i Paesi partecipanti potranno decidere quali artisti inviare nel 2021, se il rappresentante di quest’anno o uno nuovo.

Insomma, Diodato sì o Diodato no, spetterà a noi Italia deciderlo.
Ma nel dubbio, con un’altra canzone, perché Fai Rumore non potrà competere.
Sullo show alternativo NON competitivo, si attendono notizie.

Autore

Articoli correlati