Grande Fratello Vip, l’omofobia finisce finalmente alla gogna in diretta tv – il video

Condividi

Dopo tre settimane di accese polemiche social, gli autori del Grande Fratello Vip si sono finalmente decisi a trattare l’argomento più spinoso all’interno della casa.
La dilagante omofobia.
Tutta la prima parte della 4° puntata è stata dedicata a questo tema, con un vero e proprio ‘processo’ a Marco Predolin per quanto detto nelle ultime settimane. Alfonso Signorini, da sempre gay dichiarato, si è ricordato del proprio ruolo duplice bacchettando l’ex presentatore, a lungo graziato e nella serata della squalifica per bestemmia fatto fuori a furor di popolo. Un tardivo ma necessario spot contro l’ingoranza, purtroppo ancora oggi assai presente nell’Italia della Lega che punta alla guida del Paese, uno spot per rimarcare l’orrore dell’inconsapevolezza nel partorire cazzate nascondendosi dietro un sorriso, il paravento dello scherzo goliardico, cadendo poi puntualmente dal pero di fronte a chi rimarca quanto detto, scritto, vomitato.  Nessuna crocifissione pubblica, come contestato da un Predolin che avrebbe meritato la squalifica a prescindere dalla bestemmia, bensì una doverosa strigliata per educarne 1000, colpendone uno.

Update: più tardi, finalmente, anche Giulia De Lellis è stata smerdata in diretta tv.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • alex 3 Ottobre 2017 at 18:35

    Perlomeno questi “vip” abbassano un po la cresta!
    Premetto che non sopporto il modo di fare di Signorini e il programma in se e anche se era tutto preparato (hanno aspettato 3 settimane apposta per montare tutta la scena ad ok) ieri sera ho veramente goduto!
    Se tutto ciò è servito anche in minima parte a far riflettere SERIAMENTE su certi argomenti (come giustamente diceva la NON cretina Izzo) ben venga!

  • roby 3 Ottobre 2017 at 12:37

    Ma non dire cazzate, coglione! Il programma è visto da milioni di persone e ovviamente se si circoscrive alla tv, sono una fetta di gente che rappresenta anche una certa mentalità italiota ignorante bigotta e soprattutto che va a votare! Se si riesce anche solo ad educarne una manciata in più al rispetto e alla tolleranza, ben venga! Non tutti vanno a teatro, a eventi culturali o leggono e si informano, quindi è giusto rivolgersi a quel target di persone che guarda solo la tv utilizzando anche sto cazzo di trash per poi gettargli in faccia che è appunto TRASH e stigmatizzarne il disvalore educativo. Ben vengano episodi chiarificatori come questo, ce ne vorrebbero a decine in tutte le trasmissioni trasudanti bigottismo, ignoranza e omofobia latente!

  • ormai insopportabile 3 Ottobre 2017 at 1:12

    no ma seriamente i gays di alto livello (impegnatissimi-indignatissimi-inteligentissimi) trovano soddisfazione in queste sceneggiate trash e pensano che producano qualcosa di utile a questa ormai platonica causa dell’omofobia? ……….. se il livello è questo siamo alla pari di predolin rovesciato

  • chiaaa 2 Ottobre 2017 at 23:45

    Che programma di merda. Che persona di merda. Almeno la ramanzina sull’omofobia avrà dato qualche lezione ai bulli d’Italia.