Elodie, “vengo dalle case popolari e ho fatto la cubista. Prima mi imbarazzava dirlo”

Condividi

“Sono cresciuta al Quartaccio. Abitavo in un palazzo, in un appartamento delle case popolari. Le case popolari purtroppo sembrano fatte con meno amore delle altre case. Mio padre faceva il musicista di strada. Non lo raccontavo a scuola perchè un po’ la cosa m’imbarazzava. Mia madre ha fatto la cubista fino a 35 anni e a me la cosa non piaceva. Poi anch’io ho fatto la cubista e non ho mai permesso che la gente mi giudicasse”. “Prima di Amici non avevo mai raccontato davvero me stessa, la mia infanzia nelle case popolari. Temevo di farmi mangiare dalla mia storia. E invece bisogna prenderne il meglio, e poi questa ora è una storia che condivido con Fabio”.

Così Elodie, a cuore aperto, nel corso de l’Assedio, tornato su Nove a bomba con Daria Bignardi conduttrice.
Prima la drammatica storia di Ema Stokholma, poi il coming out di Elly Schlein, le risate di una strepitosa Amanda Lear e infine le parole di Elodie, innamorata pazza di Marracash.
Farà anche solo il 2% di share, ma l’Assedio, che dura due ore appena e alle 23:30 saluta tutti, è una rara pagina di splendida televisione.

Autore

Articoli correlati