Sanremo 2020, Tosca si gode il trionfo: “per 24 anni mi hanno detto che ero una pazza ad abbandonare il mainstream”

Condividi

24 anni… 24 anni dalla vittoria con Ron, 24 anni che me ne sono andata per “strade artistiche” sconosciute, che mi sono sentita dire che ero una pazza ad abbandonare il mainstream, dopo una vittoria, che dovevo battere il ferro quando è caldo… 24 anni… da straniera in casa… 24.
Nel frattempo ho visto, ho sentito, ho sofferto, ho cantato, ho recitato, ho sbagliato, ho sorriso e pianto, ho creato, ho dato vita ho ucciso… ma di una cosa sono certa… non ho mai tradito la musica. E l’ho difesa dai facili approcci e dalle promesse allettanti, lei è come l’aria per me, come il respiro, l’acqua, il cibo… èvita. É il mio unico grande amore.
Ma poi la vita, si diverte, e ti sorprende… e così ti rinvitano ad una festa e vai vestita di te. E di tutti gli abbracci, gli incontri e i passaggi avuti con tanti artisti, classici, indie, rock, pop, progressive e popolari, giovani e affermati , italiani e non, uomini, donne e ogni tassello costruito, e portato la sera nel tuo ultimo respiro prima di dormire, prima di mettere la testa sul cuscino e chiederti se ancora ce la fai… 15 gradini, e si arrivava lì, al centro del palco piena e sospesa, con la mia voce, croce e delizia di questi lunghi 24 anni di sudore e dignitá. Ero lí. Ho acceso il cuore e sono partita. E come per magia ero piccola, con mia nonna, in ospedale o ai giardinetti con i mie cugini, ero lí col mio primo amore, con la mia amica sorella, con il mio cane che non c’e’ più, con il mio compagno e tutti i cuori che hanno battuto con me e per me… con tutti i nomi che ho chiamato amore, ero lì…e ho fatto pace con un sacco di gente… soprattutto ho fatto pace con me stessa. Me stessa… 24 anni e 4 minuti, per rincontrarvi finalmente tutti.
I vostri sguardi li sentivo negli occhi, i vostri abbracci li ho sentiti dietro le spalle e mi sono lasciata andare ad un lungo bacio con la musica… lunghissimo… di quelli che ti tolgono il fiato… che non respiri… che quasi senti di morire per quanto é bello… davanti a tutti… e non ti vergogni… una #Morabeza unica… Grazie! Grazie a tutti. TUTTI!

Così Tosca, vincitrice della serata COVER e premiata per la “miglior composizione musicale“, ha festeggiato sui social il trionfo sanremese.
Un successo di pubblico e di critica ampiamente meritato. Nessuno, ma proprio nessuno, ha cantato come lei all’Ariston.

 

Autore

Articoli correlati