Eurovision 2018, ecco la prova finale di Ermal Meta e Fabrizio Moro – il video completo

Condividi

Ballerini, fuochi d’artificio, effetti speciali e scenografie pazzesche per tutti.
Tutti.
Poi arrivano Ermal Meta e Fabrizio Moro con uno sfondo rosso, due microfoni e qualche strofa tradotta.
Ma allora ditecelo che lo fate apposta.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • obusaba 11 Maggio 2018 at 15:24

    Va beh la mia risposta si è un po’ inacidita nel proseguire, non ce l’avevo tanto con te, era un discorso in generale sul fandom dell’eurovision.

  • obusaba 11 Maggio 2018 at 15:23

    Sta storia del Portogallo che ha vinto perché il cantante era malato non si può proprio sentì, e basta! A parte che è si è saputo dopo la vittoria, ma non vi va proprio giù il fatto che una canzone non Pop possa piacere? Per non parlare della meritatissima vittoria dell’Ucraina che, a differenza di tutti i pronostici, avevo ampiamente previsto perché la canzone era bella, diversa, particolare, cantata meravigliosamente. Che stracciamaroni i fan dell’Eurovision, vivete in un mondo parallelo in cui nessuno si stanca mai dei baracconi e tutti impazziscono per i tacchi a spillo come se li avessero inventati ieri.

  • lorsi 11 Maggio 2018 at 14:38

    Occhio che sembra il tipo che non se lava troppo troppo!

  • MR 11 Maggio 2018 at 14:26

    Inguardabili loro, lagnosa la canzone.

  • Davidecal 11 Maggio 2018 at 11:56

    Condivido in parte il tuo pensiero, é vero gli ultimi due anni sono stati vinti da due canzoni-cantanti-performance sobrie e basate più sui testi delle canzone che non della scenografie ecc. Detto ciò, però va anche ricordato che due anni fa vinse l’Ucraina che veniva proprio in quel periodo dalla guerra con la Russia, quindi ha influito molto un giudizio politico (ci furono anche lamentele per aver ammesso quella canzone, visto le regole del concorso vietano certi argomenti (politici in primis), si può poi giocare come si é fatto ed essere d’accordo o meno per averla ammessa). L’anno scorso ha vinto il Portogallo e qui ci sono due fattori che vanno in parte contro la scelta dell’Italia di quest’anno, la prima linguistica, il portoghese é comunque anche se non come lo spagnolo una lingua molto più parlata dell’italiani, la seconda anche se brutto da dire ma vera, é il fatto che l’artista era ed é ancora malato, ed ha influito.

    La scelta dell’italia Secondo me é corretta televisivamente parlando (quindi strizza l’occhio al telespettatore votante), l’italia Ha storicamente sempre privilegiato di cantare in Italiano, e questo penalizza, quindi trovo giustissimo usare la tecnica di mostrare il testo in tutte le lingue, in modo da mandare dei flash e poi puntare tutto sulla melodia, musica, che sopratutto come Italia con i paesi dell’est é sempre molto apprezzata.

    Questo però ha un solo difetto, la performance risulta molto fredda, in quanto questo, chiamiamoli aiuti per chi lo vede da casa, non sono presenti sul palco per chi assiste dal vivo, quindi chi é li non si sente coinvolto, lo si vede anche dal video della prova ufficiale, e potrebbe provocare comunque un fattore psicologico anche da chi vede in tv, perché sembra che la canzone non piaccia e questo potrebbe influire sul voto.

  • lorsi 11 Maggio 2018 at 10:22

    Oddio, anche io temo che possano avere parecchi voti. La canzone è brutta ma affronta un tema che può colpire le giurie… bah.
    Certo che… uno s’è vestito da profugo albanese e l’altro da tamarro di borgata. Tanto per sfuggire agli stereotipi socio-razziali.

  • Max4444 11 Maggio 2018 at 9:46

    CHE IMBARAZZO!

  • Fluo 11 Maggio 2018 at 8:13

    Ma che gnente gnente Moro è de Roma?? Se sente appena. Peccato per le traduzioni, almeno avremmo risparmiato agli altri il testo imbarazzante.

  • PaniK0 11 Maggio 2018 at 1:56

    Apposta cosa? ma voi lo seguite l’eurovision o guardate un concorso parallelo? Sono due anni che l’eurovision ha smesso di far vincere i baracconi, guarda l’ucraina e il portogallo

  • Calo JoeCrow 11 Maggio 2018 at 0:06

    Credo che L’Italia non voglia vincere perché costerebbe un patrimonio organizzare l’evento per il 2019

  • ilritorno 10 Maggio 2018 at 23:59

    almeno sono coerenti. ermal meta pettinato così è davvero osceno.

  • Leslie 10 Maggio 2018 at 23:58

    Quanti bocchini che farei a Moro solo Dio lo sa

    Chissenefrega di st’eurotrash