Sanremo 2018, la scaletta della 2° serata: poca chiarezza sul ‘caso’ Moro-Meta

Condividi

GIOVANI

Lorenzo Baglioni
Giulia Casieri
Mirkoeilcane
Alice Caioli

BIG
Le Vibrazioni
Nina Zilli
Diodato e Roy Paci
Elio e le storie tese
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico
Red Canzian
Ron
Ermal Meta e Fabrizio Moro
Annalisa e Decibel

Questo l’ordine d’uscita dei 4 primi giovani in gara e dei primi 10 big in concorso al Festival di Sanremo, arrivato alla 2° seconda serata.
Ospiti il Mago Forrest, Franca Leosini, Pippo Baudo, Roberto Vecchioni, Sting e Shaggy, Il Volo e Biagio Antonacci.
Moro e Meta saranno ancora della gara perché di fatto ‘salvati’ dalla Rai.
Il ‘caso’ del brano, nel ritornello identico ad una canzone presentata nel 2016 tra i giovani dallo stesso autore, non è stato del tutto chiarito.

“Sono in attesa di notizie sull’evento. Non è un plagio musicale ma una autocitazione di una parte di un brano già composto qualche anno fa. Non sono in grado di dirvi nulla ancora, al momento non abbiamo un organismo in grado di porre delle sanzioni. Non so quali tipo di analisi verranno fatte. Mi sembra di ricordare che ci fu qualcosa di simile anni fa con gli Avion Travel”.

Pensieri e parole di Baglioni, con Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai 1, che ha così proseguito. “Nessuno scoop. Non si tratta di un plagio perché l’autore era lo stesso e perché aveva proposto una rielaborazione del proprio brano. Nel regolamento è prevista la possibilità di riutilizzare stralci di altri brani, purché non superiore al 30% del brano. La canzone ha i requisiti a tutti gli effetti”. Peccato che il brano sia stato eseguito in pubblico, a fine 2015, andando chiaramente CONTRO il regolamento del Festival. Il rischio ELIMINAZIONE è quindi tutt’altro che saltato. Ma nel dubbio, Meta e Moro stasera canteranno.

Peccato che

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Artik 7 Febbraio 2018 at 20:57

    Posto che personalmente è una delle poche canzoni che mi piacciono, mi spiacerebbe se fossero eliminati.
    A me pare di ricordare che anche la Bertè un anno venne squalificata in corsa.
    Detto questo, se è vero che è possibile citare fino al 30% di una canzone ed è uguale solo il ritornello, beh, ci può anche stare.
    Probabilmente Sinigallia sotto citato o chi altro avevano fatto proprio la stessa canzone.
    A me quella posta qui fa cagare, ad esempio.
    Era diverso pure il tema.
    Vabbè…

  • Key- hit me Naomi 1more time 7 Febbraio 2018 at 20:07

    Non è vero proprio un cazzo!
    Meta e Moro al momento sono stati sospesi, al loro posto questa sera si esibirà Renzo Rubino.
    Come al solito fai articoli a cazzo, almeno avessi la compiacenza di aspettare…

    ps: e comunque devono essere squalificati, com’è giusto che sia.

  • ziaassunta 7 Febbraio 2018 at 20:03

    la Rai li ha sospesi per stasera poi si riservano di decidere.

  • lorsi 7 Febbraio 2018 at 18:36

    Vorrei ricordare che nel Sanremo 2014 Riccardo Sinigallia (ex Tiromancino) fu squalificato perchè la sua canzone era già stata eseguita ad un evento di beneficenza ancorchè in versione molto diversa dalla versione poi portata al Festival. Il precedente da tener presente è questo. La canzone non è un inedito. Poi se la vogliono salvare perchè è tra le favorite… va bene uguale. Ma le regole sono regole.