Sanremo 2018, – 11: omaggio ai brani sottovalutati – Morirò d’amore di Giuni Russo

Condividi

1_gSi deve tornare indietro di 15 anni per l’omaggio festivaliero del giorno, a quel Sanremo 2003 condotto da Pippo Baudo, Serena Autieri e Claudia Gerini.
E’ il Festival del trionfo di Alexia con Per dire di no, davanti ad Alex Britti e Sergio Cammariere, ma è al 7° posto che quel Sanremo vola alto.
Giuni Russo torna all’Ariston dopo 35 anni d’assenza con Morirò d’amore, brano precedentemente scartato per ben due volte.
Prima nel 1989, poi nel 1997. Alla fine Baudo cede, anche perché Giuni è malata di cancro e sogna un ritorno che fortunatamente si concretizza.
Poco più di un anno dopo la morte.
Miglior arrangiamento al Festival, firmato Franco Battiato e Roberto Colombo. Una meraviglia  di canzone.

Omaggio a Un amore di Plastica di Carmen Consoli

Omaggio a Morirò d’Amore di Giuni Russo

Omaggio a Ricordi del Cuore di Antonella Arancio

Omaggio a Sempre di Lisa

Omaggio a Dedicato a Te dei Matia Bazar

Omaggio a Come una Turandot di Irene Fargo

Omaggio a Rivoglio la mia vita di Lighea

Omaggio a Le Voci dentro di Gloria

Omaggio a Gli Uomini di Mariella Nava

Omaggio a I giardini d’Alhambra dei Baraonna

Omaggio a Il Terzo Fuochista di Tosca

Omaggio a Dopo la Tempesta di Marcella Bella

Omaggio a Una bella Canzone di Flavia Fortunato

Omaggio a I Giorni dell’Armonia di Patty Pravo

Omaggio a Amore Stella di Donatella Rettore

Omaggio a Ore e Ore di Valeria Vaglio

Omaggio a Stato di Calma Apparente di Paola Turci

Omaggio a Romantici di Viola Valentino

Omaggio a Luna in Piena di Nada

 Accidenti a Te di Fiordaliso

Omaggio a Baciami Adesso di Mietta

Omaggio ad Amici non ne ho di Loredana Bertè

Autore

Articoli correlati