Sanremo 2018, – 21: omaggio ai brani sottovalutati: I giardini d’Alhambra dei Baraonna

Condividi

Torniamo al Festival del 1994 per l’omaggio quotidiano ai pezzi sottovalutati/dimenticati di Sanremo.
Condotto da Pippo Baudo con Anna Oxa e Cannelle, quel Festival vide trionfare Aleandro Baldi con Passerà tra i big e Andrea Bocelli con Il mare calmo della sera tra i giovani.
Nuove proposte impreziosite anche dai Baraonna, neanche qualificati con I giardini d’Alhambra, splendido brano vincitore del Premio della Critica e del Premio Fonopoli come miglior Arrangiamento, firmato Peppe Vessicchio.
Tanto da meritarsi un doveroso recupero.

Omaggio a Un amore di Plastica di Carmen Consoli

Omaggio a Morirò d’Amore di Giuni Russo

Omaggio a Ricordi del Cuore di Antonella Arancio

Omaggio a Sempre di Lisa

Omaggio a Dedicato a Te dei Matia Bazar

Omaggio a Come una Turandot di Irene Fargo

Omaggio a Rivoglio la mia vita di Lighea

Omaggio a Le Voci dentro di Gloria

Omaggio a Gli Uomini di Mariella Nava

Omaggio a I giardini d’Alhambra dei Baraonna

Omaggio a Il Terzo Fuochista di Tosca

Omaggio a Dopo la Tempesta di Marcella Bella

Omaggio a Una bella Canzone di Flavia Fortunato

Omaggio a I Giorni dell’Armonia di Patty Pravo

Omaggio a Amore Stella di Donatella Rettore

Omaggio a Ore e Ore di Valeria Vaglio

Omaggio a Stato di Calma Apparente di Paola Turci

Omaggio a Romantici di Viola Valentino

Omaggio a Luna in Piena di Nada

 Accidenti a Te di Fiordaliso

Omaggio a Baciami Adesso di Mietta

Omaggio ad Amici non ne ho di Loredana Bertè

 

Autore

Articoli correlati

Comments

  • FB 18 Gennaio 2018 at 13:33

    La Sicilia è Italia. E lo dico da Piemontese. Mi piacciono sempre un sacco le canzoni con piccole parti in dialetto

  • ilritorno 16 Gennaio 2018 at 22:58

    ok per l’arrangiamento, ma il resto fa pietà: è il festival della canzone italiana, non siciliana.

  • ziaassunta 16 Gennaio 2018 at 21:57

    Il loro primo disco è un unicum della musica italiana

  • abiqualcosa 16 Gennaio 2018 at 19:14

    io propongo Eramo e Passavanti, sanremo 1998. Brividoni.

  • iconic 16 Gennaio 2018 at 18:21

    Bellissima rubrica.

  • Modernist 16 Gennaio 2018 at 16:04

    Già che ci siamo, che fine hanno fatto i Quintorigo?

  • chiaaa 16 Gennaio 2018 at 15:38

    Sono senz’altro vocalist di talento. Ho letto su Wikipedia che hanno collaborato con Cocciante, Renato Zero, Baglioni. Alla fine sono persone che lavorano nello spettacolo come professionisti, ma nel contesto del pop proprio non ce li vedo.

    Questi “gorgheggi” vanno bene a teatro o progetti di nicchia.

  • Personcina 16 Gennaio 2018 at 14:07

    Qualcuno ha un fazzoletto? Stavo pensando alle “voci” che si esibiscono nei talent odierni…

  • vivaluca 16 Gennaio 2018 at 13:54

    richiedo Domino con Io senza te che si beccò il premio da Pavarotti come migliore interprete insieme ad Alex Baroni (che cantava Cambiare)