Barbara D’Urso premiata dal Padova Pride Village per le sue battaglie contro l’omofobia e pro-diritti

Condividi

14409900_1251945404836397_3350614616061277351_o

 

Per quanto sia facilmente criticabile (domenica pomeriggio ha dato vita ad un’indecente intervista all’ex marito di Anna Marchesini), mai premio fu più meritato. Perché Barbara D’Urso, soprattutto nell’ultimo anno, si è spesa come non mai nella campagna mediatica pro-unioni civili, facendo suo lo scetto di conduttrice QUEER Mediaset. Dietro Maria De Filippi, ovviamente.

schermata-2016-09-22-alle-16-32-17

Autore

Articoli correlati

Comments

  • chiaaa 24 Settembre 2016 at 11:14

    Molto apprezzabile, anche visto il target di massaie e ignoranti che guarda il suo programma. Sicuramente ha “educato” molte persone ad accettare i propri figli. Chapeau.

  • lorenzino 22 Settembre 2016 at 18:00

    è come se l’assoarchitetti avesse dato a bruno vespa il premio di architetto dell’anno per l’utilzzo incontrollato che fa nelle sue trasmissioni di plastici e modellini. che persona indegna, calcolatrice e opportunista…

  • Marco22 22 Settembre 2016 at 17:58

    Comuque la d’urso proprio non la sopporto