#UnioniCivili, Alfano apre a Renzi: salta la stepchild adoption?

Condividi

ff918232-cf0a-4bbe-b1f3-a4a14c0d0814_800

‘Se ci dovesse essere con il premier un accordo su un emendamento che riscriva il testo di legge sulle Unioni civili con l’eliminazione delle adozioni e dell’equiparazione al matrimonio, si potrebbe votare con la fiducia, ma io credo che un testo così si possa votare con il consenso di altri settori del Parlamento, andando oltre la maggioranza di governo: credo che ampi settori di Forza Italia voterebbero una legge così’.

Direttamente da Canale 5 è arrivata la mezza apertura di Angelino Alfano al DDL Cirinnà, ma solo e soltanto se svuotato dalla stepchild adotpion.
L’accordo di Governo ieri pronosticato da Renzi sta quindi prendendo forma, causa addio al canguro e campo minato parlamentare sugli emendamenti avallati dai 5 Stelle, rimettendo di fatto tutto in gioco.
“Così non si va avanti da nessuna parte, quindi o con un emendamento del governo o con la strada dell’accordo parlamentare spero che nell’arco di qualche giorno si possa chiudere al Senato. Dobbiamo mettere fine ad un lungo rinvio costante”. Così Renzi questa mattina, davanti alla stampa estera, per una partita arrivata al suo papabile epilogo.
Triste o trionfante lo scopriremo nel giro di 48 ore.
Un’intrigata situazione che, va ricordato, è figlia di quel folle NO grillino al canguro Pd di una settimana fa. Ma vedrete che da oggi, ovviamente, l’intero Movimento griderà al premier PD che distrugge il DDL.
Tutto tristemente prevedibile, per uno schifoso risiko politico giocato sulla nostra pelle. Trasformata in propaganda.

Autore

Articoli correlati