Unioni Civili, la CEI attacca e il PD risponde

Condividi

Non confondere il doveroso rispetto dei diritti individuali con l’appiattimento tra matrimonio e unioni civili, che è una tentazione sempre in agguato e non riguarda solo questi aspetti”. “Così si rischia di arrivare a equiparare cose diverse utilizzando in maniera impropria lo strumento giuridico“.
Pensieri e parole di Nunzio Galantino, segretario generale della Cei a cui ha così replicato Monica Cirinnà, ovvero colei che ha presentato il testo base sulle Unioni Civili due giorni fa passato in commissione Giustizia al Senato:
Il Pd va avanti: la legge sulle unioni civili è un impegno preso con i nostri elettori ed è un riconoscimento di diritti che la Consulta ci chiede con estrema sollecitudine”. “Rispetto le posizioni della Cei, ma io mi occupo di leggi e diritti, semmai di reati. Non di peccati“.
Per una volta, applausi.
Testa alta e pedalare.

Autore

Articoli correlati