Adam Lambert su Attitude tra coming out, Sam Smith e ‘cricca gay’ nel mondo pop

Condividi


‘La gente sa che sono gay e ne sono felice, sono contento di non doverlo più spiegare. All’inizio mi sono sentito come se dovessi difendermi in un certo senso, sopratutto in America dove tutto viene esaminato dai media, e uscire da uno show come American Idol, che è mainstream, è stato uno shock culturale per molte persone. Mi è piaciuto, devo dire, mi è piaciuto essere “quel ragazzo gay” e sbattere in faccia a tutti la mia sessualità. Poi è diventato parecchio evidente che era diventata la cosa a cui la gente prestava maggiormente attenzione, la mia musica delle volte passava in secondo piano, e alla fine sono entrato in questo mondo come cantautore, come qualcuno che voleva esibirsi. La cosa più importante per me è ancora quella. Quindi sento che quello è il mio passato, e sono davvero grato dell’opportunità che ho avuto di affrontare tutto questo all’inizio e di averne parlato senza sosta. Ora sento che l’ho fatto e posso parlare di altre cose. Sono sicuro che la maggior parte dei gay concorderanno con me nel dire che non siamo definiti dalla nostra sessualità, siamo molto più di quello, come uomini e donne gay, come bisessuali o transessuali. Non siamo solo quello. Siamo fatti come le altre persone‘.

Tanto di cappello a Sam Smith, ha avuto un anno pazzesco ed è un ragazzo molto gentile, l’ho incontrato un paio di volte. Sono davvero felice per lui e felice che la sua sessualità non fosse un problema o qualcosa che gli si è ritorto contro. E’ stato un: “questo è chi sono, non ho nessun problema a riguardo e non dovresti averne neanche tu“. E le sue canzoni solo senza tempo e bellissime, tutti possono relazionarsi ad esse. Sta facendo le cose giuste, sicuramente. Con Sam c’è una reciproca comprensione, tipo: “Hey ragazza, come va?”. Ma sai, siamo in pochi ad essere visibili. Penso che stiamo costruendo una piccola cricca, spero, ma non ne ho incontrati tanti. Voglio dire Elton John è fantastico e dolcissimo e Boy George è anche lui incredibile. Ho pranzato con lui parecchie volte, ed è davvero intelligente e ne ha passate davvero tante, ma ora sta bene, è in un posto sano, ama la musica e fare il DJ…ed è ancora connesso con la musica pop. E’ stato davvero interessante parlare con lui‘. Traduzione by ItalyLovesAdam.

Insomma dopo aver passato ANNI a ridere della fantomatica LOBBY GAY che comanderebbe il mondo, che CRICCA gay-pop sia.  Forza Adam, forza Sam, forza Elton, c’è una SPECTRE glbtq da edificare.

Autore

Articoli correlati