x

“Stop the Drama, Start the Music”: Lady Gaga scrive ai fan – basta minacce a Perez Hilton

Condividi

Prima ha sbraitato, dando fiato ad una polemica ridicola contro Perez Hilton, alimentando automaticamente la ‘rabbia’ dei propri supporters, ed ora ha deciso di indossare i panni della crocerossina, chiedendo loro di SMETTERLA con insulti e minacce al tanto odiato blogger.
Lady Gaga show in questi ultimi giorni, tra Applause da lanciare e media da conquistare a suon di trovate alquanto discutibili. Perché dopo aver aizzato i Little Monsters più folli del mondo, con minacce di morte via Twitter a Perez (e a suo figlio), Gaga è così intervenuta.

Mia madre ed io siamo per la tolleranza, l’accettazione e la gentilezza, punti fermi dall’inizio della mia carriera per far sapere a tutti che questo è ciò che io sono come artista. Anche se a volte può risultare difficile  leggere ciò che le persone scrivono e dicono di me, la pubblicazione di minacce di ogni tipo, con un linguaggio provocatorio e di puro odio, non è da me giustificato. Ho visto cose sbagliate e sconvolgenti, e ho ribadito quello che provo per l’uguaglianza e la compassione. So che a volte vi sentite arrabbiati, e so che quando dicono alcune cose su di me vi sentite in dovere di replicare. Ma la musica è amore. Anche se la cultura pop e la società sono diventate più negative e critiche nei confronti degli artisti nel corso degli anni, cavalcando questa negatività si rischia di diffonderla. La natura anonima dei social media ha reso più semplice la possibilità di sfogare la propria rabbia senza nessun tipo di responsabilità. Ma questo non è un modo sano per gestire le vostre emozioni. Stop the Drama, Start the Music“.

Ok.
Sto vomitando.
Respiro.
Pulisco la tastiera.
Ci sono.
Ricapitoliamo.
Lancio di un album.
Si da’ vita ad una polemica infinita con un vecchio amico, scivolando decisamente nel DRAMMA attraverso cinguettii che lo PREGANO di lasciare in pace la propria famiglia, per poi stupirsi della reazione dei fan più esagitati (leggi pazzi sclerati) dinanzi a quel grido d’allarme, tanto da prendere carta, penna e buttar giù una teoricamente inattaccabile e più che condivisibile lettera che in realtà trasuda finta melassa da ogni poro. Gaga mia, seriamente. Basta.
Promuovi questo cazzo di album pensando solo e soltanto alla musica contenuta al suo interno.
E STOP.
Perché questa allucinante soap di fine estate in cui monti e smonti la qualsiasi polemica in totale solitudine si sta sempre più tramutando in una telenovela di quart’ordine. Detto ciò anche meno, perché tanto NON te lo danno il Nobel per la Pace. Stai serena.


Autore

Articoli correlati