x

Chiude GayTv, per colpa di chi?

Condividi

Dal 31 gennaio GayTv chiuderà le trasmissioni, smettendo di esistere.
Dopo 5 anni di vita, e almeno un paio di canti del cigno annunciati, muore definitivamente quella che poteva, e non è MAI stata, la prima rete a tematiche omosessuali italiana.
La nota diffusa dalla redazione parla di chiususa per “colpa dell’indifferenza”, continuando dicendo che “il mondo dell’informazione e’ piu’ povero. Chiude la tv satellitare a tematica gay che da 5 anni affronta argomenti spinosi per far conoscere al mondo cosa vuol dire la parola omosessualita”. A detta loro la pubblicità, ovvero il sangue di qualsiasi rete televisiva, è prevenuta nei loro confronti, per via delle tematiche affrontate. A detta loro sono COSTRETTI a chiudere, da una società probabilmente omofoba e razzista che non ha il coraggio di portare avanti una giusta causa come può essere quella di una rete a sfondo omosessuale.
Il sottoscritto la vede in maniera TOTALMENTE differente!
Detto che non sono MAI stato un assiduo spettatore di GayTv, bisogna dire che la rete negli anni ha subito una trasformazione ENORME! I primi due anni sono stati i migliori: idee fresche, personaggi esplosi poi anche nelle tv generaliste (vedi Canino) telefilm e film in esclusiva a tematica omosex, trasmissioni divertenti ed interessanti, oltre alle strisce di video, gayfriendly, a ritmo continuo durante la giornata. Negli ultimi anni invece lo spirito della rete è sensibilmente cambiato.
Restyling deciso sui personaggi e trasmissioni alquanto discutibili, su tutti il FLOP mostruoso del 1°reality gay fatto condurre da Cecchi Paone, idea OTTIMA concretizzata in maniera PESSIMA!
Oggi i dirigenti della rete accusano il MONDO della pubblicità di volerli far sparire, dicendo CHIARAMENTE una fesseria!
Essere gay non ci da nessun diritto speciale sulle leggi dell’economia! GayTv ha semplicemente FALLITO i suoi propositi, punto! Non ci si può nascondere dietro il paravento del DIVERSO per non voler accettare le proprie responsabilità!
Il mondo omosessuale dal punto di vista del marketing è PURO ORO! Siamo una MINIERA per i pubblicitari! Amiamo fare shopping, siamo i pochi a comprare ancora cd originali, facciamo pazzie in profumeria, tra creme, profumi, lozioni e altro, stiamo attenti alla linea, andiamo in palestra, amiamo il cinema, il teatro, la discoteca, non abbiamo famiglia da mantenere, quindi abbiamo importanti possibilità economiche, spesso e volentieri proprio per la mancanza della famiglia ci buttiamo a capofitto sul lavoro, guadagnando in maniera importante, e VOI vorreste farmi credere che la pubblicità ha abbandonato un target simile per una semplice forma di razzismo?!
Ragazzi non scherziamo! Vi hanno abbandonato perchè avete FALLITO! Una rete televisiva VIVE grazie ai propri spettatori, una rete televisiva deve PRODURRE spettatori/compratori per le aziende che la finanziano! Se oggi, dopo 5 anni, chiudete, è perchè NON ci siete riusciti, punto!
Non vi attaccate alla società omofoba e razzista, non ci crede nessuno! Avevate in mano un potenziale ENORME e ve lo siete bruciati, fatevi un esamino di coscienza, sarebbe decisamente più adatto rispetto al gridare al complotto!

P.S il sotoscritto sarebbe più che felice del “salvataggio della rete”, ma si assumessero le loro responsabilità e facessero VERAMENTE una GAY.TV!

Autore

Articoli correlati