GF Vip 5, l’insostenibile caccia al gay firmata Signorini e Zorzi

Condividi

Una puntata scoppiettante, quella andata in onda ieri sera su Canale 5, al Grande Fratello Vip, che verso mezzanotte ha preso la strada dell’outing forzato. A 7 giorni dal coming out di Gabriel Garko, ci si è infatti messi a discutere della presunta omosessualità di Massimiliano Morra, ufficialmente con una fidanzata all’esterno della Casa, dopo le parole dell’ex Adua del Vesco, che in piena notte tra amiche, 48 ore or sono, ha spifferato dell’ex, “Massimiliano è gay”.
In onda Adua ha smentito, provando una ricostruzione ridicola (“ho detto che è uno stratega, non che è gay”), con le amiche silenti a mezza bocca e Tommaso Zorzi che, interrogato sull’argomento da Signorini, davanti a tutti gli altri concorrenti si è limitato a dire “che brutta cosa la pagina dei coming out forzati, ognuno ha i suoi tempi”.
Applausi in studio, chiamati, telefonati, surreali, visto e considerato che Zorzi nei 15 giorni precedenti ha fatto due outing (su Gabriele Rossi e Gabriel Garko, prima che quest’ultimo ci mettesse la faccia).
Ma il peggio deve ancora arrivare.
Chiamato in confessionale per le nomination, Zorzi, eccitato per quanto andrà a dire, rivela che Adua ha detto dell’omosessualità di Morra anche a lui, ma prima di entrare nella casa, in albergo. Signorini applaude, Pupo applaude, la Elia applaude.
“BRAVO ZORZI!”, gridano, con Tommaso festante e felice di aver sentito l’ola da Roma. 5 minuti dopo aver puntato il dito contro la pratica dell’outing, da lui già cavalcata in precedenza, Zorzi di fatto la rilancia, nascondendosi dietro lo smascheramento di Adua e soprattutto dai suoi compagni, perché al chiuso del confessionale. In casa per tutta la notte non si è parlato altro di questo. Dell’omosessualità presunta di un concorrente che si dichiara etero e innamorato della propria fidanzata, e di questo si continuerà a parlare fino a lunedì sera, quando lo scontro tra Adua e Tommaso emergerà definitivamente.
Tutto questo con un Signorini che ha provato a rattoppare l’irrattoppabile (“ADUA TU SEI STATA INSIEME A MASSIMILIANO QUINDI LO SAI CHE NON È GAY”, detto all’ex compagna di Gabriel Garko), con il diretto interessato, Morra, visibilmente imbarazzato, anche perché teoricamente con una fidanzata davanti alla tv, la Del Vesco consapevole di aver detto troppo (e soprattutto di aver negato l’evidenza) e con Tommaso che di palo in frasca è andato ripetere a tutti la confessione di Adua precedente all’ingresso nella casa (“Massimiliano è gay“).
Un pruriginoso trionfo dell’ipocrisia a 360° ad uso e consumo del piccolo schermo, tra menzogne e doppiogiochismo, con l’orientamento sessuale di una persona sullo sfondo.  Capisco che tutto faccia brodo per l’Auditel (ieri al 18%), ma finitela qui.

Autore

Articoli correlati