Chiara Ferragni vs. stampa italiana sul caso Willy: “Amò bisogna cancellare la cultura fascista”

Condividi

E fu così che colei nata blogger di moda, poi diventata influencer, imprenditrice, moglie di, madre di, cantante con, diretta da, fece a pezzi con poche righe social il gotha della stampa nazionale, che sul caso del povero Willy, pestato a morte per aver provato a fermare una rissa, ha scritto di tutto e di più (citofonare Massimo Giannini, che ha chiesto la chiusura delle palestre dove si insegnano arti marziali).  Parole di SpaghettiPolitics, ricondivise dalla Ferragni.

Autore

Articoli correlati