x

The Invisible Man ‘batte’ Titanic, il record (farlocco) dell’horror prodotto da Jason Blum

Condividi

Dopo 3 mesi di lockdown, anche in America hanno riaperto i cinema.
Pochi cinema, soprattutto drive-in, ma la distribuzione cinematografica è finalmente tornata a girare.
Ebbene lo scorso weekend The Invisible Man ha conquistato la vetta degli incassi, con 383mila dollari, conquistando il primato 16 settimane dopo l’uscita originale e 14 settimane dopo la sua ultima prima posizione.
Un record mai visto prima, e decisamente farlocco vista la chiusura per 3 mesi dei cinema nazionale, che detronizza Titanic, nel 1997 davanti a tutti per 15 weekend consecutivi. Paragonare i due record è ridicolo, ma nel librone dei guiness al box office USA, The Invisible Man si è ora guadagnato un posticino di riguardo. Nessun film aveva mai conquistato il primato 16 settimane dopo l’uscita, e nessun altro film riuscirà mai in simile impresa.
Costato pochi milioni di dollari, l’horror di Leigh Whannell trainato da Elisabeth Moss è tra le altre cose una vera sorpresa, perché teso come una corda di violino e dannatamente intelligente nel rielaborare la celebre storia originale.
Record a parte, The Invisible Man è un film da vedere.
Recuperatelo, nel caso in cui l’abbiate perso, perché è finalmente uscito anche nelle sale d’Italia.
In quelle poche che hanno riaperto.

Autore

Articoli correlati