Madame X Tour, ecco la scaletta di una Madonna intimista e iconica: il resoconto della prima tappa

Condividi

God Control
Dark Ballet
Human Nature
Express Yourself (acapella)
Vogue
I Don’t Search I Find
Papa Don’t Preach
American Life Interlude
Batuka
Fado song (with Gasper Varela)
Killers Who Are Partying
Crazy
Welcome to my Fado Club/La Isla Bonita (chorus)
Sodade (Cesária Évora cover)
Medellín
Extreme Occident Interlude: Rescue Me
Frozen
Come Alive
Future
Crave (Tracy Young Remix)
Like a Prayer
I Rise (Encore)

Madame X è una donna magra, elegante e misteriosa. La BAM Howard Gilman Opera House di New York ha ospitato la premiere dell’undicesimo tour di Madonna, vietato ad ogni tipo di smartphone, imbustato all’ingresso.
L’obiettivo principale di Madonna era quello di dar vita ad un’esperienza intima, e ha vinto la sfida.
Di fronte a poco più di 2.000 persone (inclusi amici di lunga data come Anderson Cooper, Rosie O’Donnel e Spike Lee), Madonna ha aperto lo spettacolo cantando i propri manifesti.
Poi Madonna è scensa dal palco a parlare con la sua gente, come forse non aveva mai fatto. In uno di questi momenti, ha preso un fan e ci si è fatta un selfie. Con la polaroid.
Diversamente da quanto immaginato, “Easy Ride” è finita fuori dalla setlist ed è stata sostituita da “Express Yourself”. I violini di “Papa Don’t Preach” sono serviti ad introdurre “American Life”, che non cantava live dalla tournée del 2004, il “Re-Invention Tour”.
Grande spazio al fado portoghese e ai suoni brasiliani, grazie alla musicista Gaspar Varela, tanto da cantare “Sodade”, classico di Cesárea Évora, un’icona della musica capoverdiana.
Fan in delirio, ricordi video e fotografici inesistenti.
Finalmente, un’esperienza musicale e teatrale totale.
Per ora, niente Italia.
Almeno non ufficialmente.

Autore

Articoli correlati