Fabrizio Corona vs. Ilary Blasi: ‘in un Paese normale l’avrebbero cacciata dal programma’

Condividi

“Vi dico la mia se non tagliate. Una rete che permette a una conduttrice di comportarsi così…fossimo stati in un altro paese, un paese democratico, la conduttrice sarebbe stata cacciata dal programma. C’è un dolo soggettivo. Io avevo un accordo con la produzione di non parlare con Ilary. Signorini ha ammesso che gli era stato vietato di intervenire. Lei mi ha fatto uscire e poi ha tirato fuori quel discorso in merito al quale ci eravamo accordati affinché non se ne parlasse. Ha giudicato una storia personale. Anche quando sono arrabbiato, io peso le parole. È un programma pubblico, non poteva esprimere giudizi morali su di me. E non può farlo perché la conosco da 25 anni, non può esprimere giudizi morali. Io l’ho insultata sui social dopo che lei lo aveva fatto in diretta tv. Ha detto una roba gravissima: che io assoldo le ragazze per farle mentire e rovinare le persone. Francesco Totti e io siamo vicini, ci ha fatto da tramite Maurizio Costanzo. Devi prendertela con tuo marito, non con me. Io facevo il mio mestiere. Non ho mai buttato una ragazza addosso a Totti. Quello che ha scritto nel libro è falso. I fatti non sono questi”.

Così Fabrizio Corona, ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, è tornato per l’ennesima volta ad attaccare Ilary Blasi, rea di averlo ASFALTATO in diretta tv al Grande Fratello Vip.
Non contento, Corona ha addirittura rivelato che Francesco Totti, da lui insultato su Instagram (‘analfabeta diventato famoso per saper dare due calci a un pallone’), gli avrebbe dato ragione.

La differenza tra oggi e ieri è che entrambi abbiamo due figli di 16 anni. Carlos il giorno dopo è andato a scuola, lo chiamavano “caciottaro” ed è accaduto pure ai figli di Francesco. Lo so perché lo so. Non ho chiesto scusa a lei perché lei ha sbagliato e se ti dico una cosa finiamo su tutti i giornali domani: lui è d’accordo con me, lei ha sbagliato. Altrimenti non avrei scritto quel post. Non mi faccio spaventare dai tifosi della Roma che mi minacciano. Non ho paura di niente. Se devo morire, mi ammazzeranno. Con Totti abbiamo degli amici in comune, perché questa storia l’abbiamo vissuta insieme. Lei non lo sa. Perché avrei dovuto scrivere questo? Sono famoso per dire quello che penso. Quando sento un uomo del suo valore parlarmi con il cuore, per i figli…Se lui mi dice che la moglie ha sbagliato? È la verità. Se non avessi sentito determinate persone non avrei mai scritto quel post“.

Daje a ride.
Che pagliaccio.

Autore

Articoli correlati