Nureyev, da oggi in sala il docufilm sul più grande ballerino di tutti i tempi – poster e trailer

Condividi

Rudolf-Nureyev

Rudolf-Nureyev-325 anni fa moriva a causa dell’AIDS Rudolf Nureyev, da tutti considerato come uno tra i più grandi danzatori del XX secolo insieme a Nižinskij e Baryšnikov. Per omaggiarlo arriva nelle sale solo il 29 e il 30 ottobre (elenco su www.nexodigital.it) un film evento interamente a lui dedicato. Jacqui e David Morris, registi candidati al BAFTA, ripercorrono la vita straordinaria dell’uomo che ha trasformato il mondo della danza diventando un’icona della cultura pop del tempo.

Il film evento racconta la vita dell’artista: dalle umili origini alla relazione con l’amata compagna di ballo, Margot Fonteyn, la più famosa Prima Ballerina del Royal Ballet, dal suo rapporto con i Kennedy alle celebri feste con Liza Minnelli allo Studio 54 di New York. Sino ad arrivare, naturalmente, alla rocambolesca fuga in Occidente, evento che ha scioccato il mondo intero trovando spazio ed eco sui media di tutto il mondo. In un’epoca in cui la guerra fredda tra Russia e Occidente imperversava, Nureyev si è così trasformato in un fenomeno culturale globale.

Rudolf-Nureyev-2

Tra le più celebri storie omosessuali vissute da Rudolf si ricorda quella con Eric Bruhn, al suo fianco per circa 7 anni. Unendo filmati mai visti prima, la colonna sonora originale del pluripremiato compositore Alex Baranowski e una serie affascinante di esclusivi tableaux di danza moderna diretti da Russell Maliphant del Royal Ballett, Nureyev propone un’esperienza cinematografica diversa da qualunque altro film biografico mai realizzato prima sull’artista, chiamato dagli amici più cari ma anche da moltissimi dei suoi fan con il soprannome di “Rudy”.

Sostenuto dalla Rudolf Nureyev Foundation e dal GAY PRIDE Worldwide, Nureyev è distribuito al cinema in esclusiva da Nexo Digital con i media partner Radio DEEJAY, Sky ClassicaHD, MYmovies.it, Danza&Danza, Sipario.

Autore

Articoli correlati