Emigratis, ottimo riscontro Auditel per Pio e Amedeo inguardabili gay per finta

Condividi

Schermata 2018-03-20 alle 10.16.10

Ho visto molto poco di Emigratis, ieri sera, perché ero in sala a godermi l’anteprima di Ready Player One di Steven Spielberg, ma una volta tornato a casa ho più o meno capito l’andazzo del programma.
Provare a cavalcare l’irriverenza di Checco Zalone, renderla ancora più acida e becera e moltiplicarla per 2.
Pio e Amedeo hanno così conquistato prima i social e poi l’Auditel, con 2.262.000  telespettatori e il 9.8 di share. Italia 1 ad un passo da Canale 5, con Montalbano primatista irragiungibile.
Estremizzare qualsiasi cliché sugli omosessuali come ai tempi de Il Vizietto (ma son passati 40 anni), nascondendosi dietro il paravento della parodia, della critica sociale nella rappresentazione dell’italiano medio e della sua visione del mondo LGBT, funziona sempre, tra chi si indigna e chi si se la ride, difendendo l’indifendibile in nome della ‘satira’.
A me di Pio e Amedeo non frega niente, non mi piacciono a prescindere, qualsiasi cosa facciano, e non oso pensare cosa avranno potuto fare per altre 4 puntate.
Soluzioni alternative alle bestemmie? Facile. Cambiare canale.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Va Liz 20 Marzo 2018 at 21:16

    Vi dico la verità.. In realtà io li trovo anche abbastanza divertenti.. L’unica cosa che non sopporto è quando fanno di un unico argomento la loro missione.. Cioè: se parlano di omosessualità come ieri sera allora hanno la capacità di stare per due ore, non so quanto dura il programma a prendere coerentemente al loro personaggio per il culo l’omosessuale..se invece non lo fanno prendono per il culo il resto del mondo.. Voglio dire… Se vuoi prendere in giro il prossimo fallo.. A me non piace questo tipo di tv, o meglio non fa impazzire però c’è chi la guarda.. Quello che vorrei capire è: ma loro in realtà come sono? Hanno una vita? Hanno degli hobby? Oppure è continuamente una presa per il culo il loro modo di fare tanto da far passare quello che sono e cioè etero coatti e deficienti oppure hanno un cervello per pensare che magari già solo ad un programma del genere non ci si dovrebbe nemmeno mettere piede?? È qui che vorrei capire meglio.. Cioe chi so sti due così assurdi da avere un ora un ora e mezza du Italia 1 per poter perculare l’universo tranne loro? Perché se uno ci pensa potrebbe dire: in realtà sono loro che vengono presi in giro.. Ma non è così.. Perché quando un personaggio (qualunque esso sia) viene autorizzato a fare queste cose viene quasi protetto da occhi giudicanti dello spettatore.. Mentre quello che accade ai loro incontrati è sempre la pietra dello scandalo.. Io li trovo.. Come tutti i programmi Mediaset una presa per il culo continua nei confronti dell’Italia.. Che ci piaccia o meno ha sempre il nostro piede sul suo suolo..

  • StartNow 20 Marzo 2018 at 15:24

    Esistono omosessuali come quelli rappresentati da questi due comici. Come c’è il maschio palestrato c’è l’effeminato leopardato, lo studente della porta accanto ma di controparte c’è anche la stessa “tipologia” di persone negli etero, i due omosessuali rappresentati in questo servizio possono benissimo essere amici di Ivano e Jessica di Viaggio di nozze e via dicendo. Sta tutto a che livello ci vogliamo porre come persone e come telespettatori. C’è un oggetto dotato di grandi poteri che spesso più lo cerchi e meno lo trovi come l’amore e il parcheggio, ed è il telecomando, cambiate canale oppure spegnete e andate al cinema dove troverete una tipologia di omosessuale più sosfisticato come in “Chiamami con il tuo nome”, se anche questa tipologia non vi rappresentava allora create voi un programma o un film dove vi sentite rappresentati. Stop being spettatores and diventa creatores.

  • Giò 20 Marzo 2018 at 13:31

    Concordo. Non li ho visti e non li vedrò. Ma questi qui fanno, da sempre, queste cose qui. Solleticano l’ignoranza del buzzurro medio, come la scuola iene insegna. E lo fanno su qualsiasi argomento. Basta non guardarli. Quel canale, in quello spot orario, è in appalto al leghista rampante. Amen.

  • Uenda 20 Marzo 2018 at 13:21

    Dietro la satira, affinché essa stessa possa essere giustifica, ci deve essere l’intelligenza, cosa che in questo casa latita palesemente

  • RaffaeleVenonCampioneD’incassi 20 Marzo 2018 at 12:25

    Io non li ho visti e non so neanche che siano ma… Cazzo, guardatevi qualcosa in streaming piuttosto che ste cazzate qui.
    Sabato, visto che di Maria e Milly nn mi frega nulla, con mia mamma ci siamo fatti la maratona di 8 puntate di Humans, la serie inglese.
    Alternative allo schifo esistono.