x

Sanremo 2018, – 24: omaggio ai brani sottovalutati: Ricordi del Cuore di Antonella Arancio – video

Condividi

Salto indietro di 24 anni per l’omaggio quotidiano ai pezzi sanremesi inspiegabilmente dimenticati e/o sottovalutati.
Torniamo al Festival del 1994 condotto da Pippo Baudo con Anna Oxa e Cannelle, vinto da Aleandro Baldi con Passerà davanti a Giorgio Faletti e Laura Pausini, 3° con Strani Amori.
In trionfo tra i giovani Andrea Bocelli con quella meraviglia de Il mare calmo della sera, ancora oggi ricordata a scapito di chi arrivò alle sue spalle.
Antonella Arancio con la melensa Ricordi del cuore, da riascoltare e cantare come se non ci fosse un domani.

Omaggio a Un amore di Plastica di Carmen Consoli

Omaggio a Morirò d’Amore di Giuni Russo

Omaggio a Ricordi del Cuore di Antonella Arancio

Omaggio a Sempre di Lisa

Omaggio a Dedicato a Te dei Matia Bazar

Omaggio a Come una Turandot di Irene Fargo

Omaggio a Rivoglio la mia vita di Lighea

Omaggio a Le Voci dentro di Gloria

Omaggio a Gli Uomini di Mariella Nava

Omaggio a I giardini d’Alhambra dei Baraonna

Omaggio a Il Terzo Fuochista di Tosca

Omaggio a Dopo la Tempesta di Marcella Bella

Omaggio a Una bella Canzone di Flavia Fortunato

Omaggio a I Giorni dell’Armonia di Patty Pravo

Omaggio a Amore Stella di Donatella Rettore

Omaggio a Ore e Ore di Valeria Vaglio

Omaggio a Stato di Calma Apparente di Paola Turci

Omaggio a Romantici di Viola Valentino

Omaggio a Luna in Piena di Nada

 Accidenti a Te di Fiordaliso

Omaggio a Baciami Adesso di Mietta

Omaggio ad Amici non ne ho di Loredana Bertè

 

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Demeno 15 Gennaio 2018 at 15:19

    Pare Annalisa

  • Luca Balsamo 14 Gennaio 2018 at 18:55

    Di Antonella Arancio era molto ma molto più bella “più di così” a Sanremo 1995

  • ziaassunta 13 Gennaio 2018 at 23:03

    altri consigli sparsi: Scialpi, Eramo e Passavanti, Luis Miguel, Franco Fasano, Gloria le voci dentro (1995), Leandro Barsotti Fragolina,

  • Modernist 13 Gennaio 2018 at 19:22

    Non me la ricordavo questa. Sembra una sigla della D’Avena

  • DrApocalypse 13 Gennaio 2018 at 17:54

    chi ha mai parlato di capolavori. Indimenticabili, poi.
    Quanto me fai ride, Rocco mio.
    Ma proprio tanto.

  • Eleinad 13 Gennaio 2018 at 14:58

    Grazie per i mei momenti che mi fai ricordare.
    Mi ero dimenticato quanto fosse bono Bocelli trentenne.

  • abiqualcosa 13 Gennaio 2018 at 14:54

    Vogliamo un maschietto! 🙂

  • ziaassunta 13 Gennaio 2018 at 14:53

    io ho i suoi dischi, vi ricordate Graffi sulla schiena?
    https://www.youtube.com/watch?v=sITsJ4XV4hc

    ps: spero ricorderai anche Silvia Salemi.

  • Verderiò 13 Gennaio 2018 at 13:47

    Posso chiederti per curiosità cosa ha di tanto brutto questa canzone secondo te? Ascoltate tutti i Sigur Ros da queste parti? Dai vostri commenti impietosi mi sento quasi in colpa ad amare anch’io queste canzoni sanremesi così (apparentemente) semplici…

  • bix 13 Gennaio 2018 at 13:27

    Mmmm… no questa no

  • Verderiò 13 Gennaio 2018 at 13:14

    STUPENDA…Nell’ambito “canzonacce d’amore da richiedere alle radio private” (genere che non piace a molti su questo blog, a giudicare dai commenti feroci da quando è iniziata questa retrospettiva sanremese ) c’è un abisso tra il modo di costruirle degli anni 80-90 e oggi, come testimoniano gli orrori scritti negli anni più recenti per Amoroso, Emma, Aztei, Carta, Scanu etc. Allora c’era più attenzione alla melodia, più cura…Antonella Arancio in particolare ha buttato nella mischia un’altra bella canzonaccia a Sanremo 95 prima di sparire
    https://www.youtube.com/watch?v=FTx-e1HIUH8