American Crime Story: Versace, parla Ricky Martin: ‘quanto ho pianto durante le riprese’

Condividi

Schermata 2018-01-09 alle 16.56.59

Schermata 2018-01-09 alle 16.57.04«Mi portavo a casa l’intero carico emotivo. È stato meglio che mio marito e i miei bambini non erano con me durante le riprese. Ero solo a Miami, chiuso in una stanza a rivivere quello che avevo attraversato durante il giorno sul set. Andavo a letto in lacrime e mi svegliavo singhiozzando. Avevo le lacrime agli occhi durante la colazione. È stata un’esperienza catartica e che ho amato».

 

Così Ricky Martin, dalle pagine di WENN, ha ricordato le riprese di American Crime Story: Versace, tra una settimana in onda con l’attesa prima puntata.
Serie in cui Martin, finito anche sulla cover di OUT insieme a Edgar Ramirez, interpreta Antonio D’amico, storico compagno dello stilista italiana.
D’Amico che Ricky ha incontrato, prima delle riprese.

«È servito un po’ prima di riuscire a raggiungerlo, ma alla fine ci sono riuscito. Gli ho detto che, come lui, l’unica cosa che desidero per Gianni è giustizia. La sua vita è stata piena di ingiustizia. È stato un incontro molto toccante». «Dopo 20 anni tutto è tornato a galla. Emozionalmente l’ho trovato prosciugato ed esausto. Ne ha passate tante. Mi ha detto che ci sarebbe rimasto molto male, se avesse visto in tv delle cose non vere. Per questo, aver ascoltato la sua storia, è stato molto utile».

21-acs-ricky-martin.nocrop.w710.h2147483647-447x670-1

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Jonikal 9 Gennaio 2018 at 19:07

    un buon contrappunto alla dichiarazione dei Versace