Autore

Articoli correlati

Comments

  • tentativo 20 Ottobre 2017 at 0:25

    l’anagrafe riconosce M e F. se non c’è attribuzione giudiziale di un genere diverso da quello con cui si è nati, resta valido quello di nascita. solitamente l’attribuzione segue l’intervento di conversione. se non ha ancora cambiato sesso è un uomo. quando va a votare si trova sotto al cognome Guadagno, nel registro maschile. rassegnatevi.

  • Aurora Consolo 19 Ottobre 2017 at 22:58

    Detto da un gay. Davvero. Allibita. E sopratutto mi faccio due risate, perché lo stesso ignorante che da a noi ragazze transgender dell’uomo a te ti dà della donna perché sei gay e te lo fai mettere nel culo. Pirla. Ma ci sei arrivato che l’omotransfobia non ha nulla a che vedere con la scienza??? È pura derisione fatta col fine di umiliare, cosa che ti sarà stata fatta e dovresti capire di non farla. #capra

  • nicola83 19 Ottobre 2017 at 21:06

    Ora che hai fatto la lezione di scienza (giusta, ma con intenti omofobi) sei soddisfatto?

  • Fabri 19 Ottobre 2017 at 20:26

    Anche ammesso che tu abbia ragione (ma è chiaro che stai solo provocando in maniera sterile, perché sai bene che non è questione di sesso biologico o di avere o meno il cazzo), c’era davvero bisogno di inserire in un cruciverba una cosa del genere, vista l’ignoranza dilagante e l’omofobia sempre più evidente? Proprio non se ne poteva fare a meno? E aggiungo: se anche uno volesse tenersi zinne e cazzo, dobbiamo per forza dargli un nome? Dobbiamo per forza giudicare? Dobbiamo per forza esprimere opinioni, dall’altro della nostra ‘normalità’? Davvero nel 2017 abbiamo ancora delle menti così ristrette e bacchettone? Se un ESSERE UMANO gira con cazzo e zinne, fa del male a qualcuno? Non è che magari stimola pulsioni sopite in gente che dietro a una trans vede un lasciapassare per essere sodomizzato in serenità perché il resto ‘le ricorda una donna’? A me sembra che il problema alla fine se lo faccia solo chi da tutto questo è attratto, anche se in maniera sordida e nascosta. Un gay o un etero se ne sbattono le palle di una Vladimir Luxuria, dal punto di vista strettamente sessuale o ‘di genere’, perché non gli fa né caldo né freddo.

  • Fabri 19 Ottobre 2017 at 20:17

    Stesso mio pensiero, da sempre. In special modo l’ultima frase.

  • Bless TheQueer 19 Ottobre 2017 at 19:07

    sono due per un tuo limite mentale…

  • Julus 19 Ottobre 2017 at 17:33

    Chi pensa e scrive cose di questo genere è un individuo con grossi problemi, una personalità disturbata e una sessualità incerta, per cercare di combattere e superare i tormenti che lo affliggono si dedica ad offendere, deridere, umiliare chi secondo lui non è allineato alla norma maggioritaria, questo lo fa sentire dalla parte del giusto e lo rassicura. Chi è tranquillo con se stesso e soprattutto certo della propria sessualità non ci pensa proprio a dar fastidio a chi vive una sessualità diversa dalla norma.
    https://uploads.disquscdn.com/images/4af6b78f60307ae3efc910778cccf232433a7d1b93b8d490c25c17f546a61579.gif

  • Marco 19 Ottobre 2017 at 15:46

    ma è di signorini?

  • Bless TheQueer 19 Ottobre 2017 at 15:34

    Ad un transessuale ci si deve rivolgere con il sesso cui desidera farsi riconoscere. Questo vale per i pronomi che per tutte le attenzioni del caso.

  • Iridescent 19 Ottobre 2017 at 13:14

    È triste ed imbarazzante.
    Non ci sono parole…