x

The Voice torna su Rai 2?

Condividi

Raffaella-Carrà-non-mi-piace

L’indiscrezione è clamorosa e giunge da TvBlog.
The Voice of Italy, chiuso nell’indifferenza generale nel 2016, potrebbe clamorosamente resuscitare nel 2018.
Dopo 4 edizioni e 4 vincitori presto dimenticati (Elhaida Dani, Suor Cristina, Fabio Curto e Alice Paba), il talent musicale riprenderebbe quota dopo l’abbandono dell’idea Italian Idol, tornando su quella rete che in pochi anni è riuscita a frantumare un format che ancora oggi produce ascolti monster un po’ ovunque.
Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi, Riccardo Cocciante, J-Ax, Roby e Francesco Facchinetti, Dolcenera, Max Pezzali ed Emis Killa i giudici delle prime 4 edizioni, ovviamente da azzerare completamente per dar peso ad un reboot che abbia senso.
Ma avrebbe davvero senso, far tornare The Voice?

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Fatinah 4 Ottobre 2017 at 8:39

    Bravi, Fragola e Michelin sono tre miracolati. Vedi anche Chiara che fine ha fatto. The Voice tra tutti è il peggiore comunque

    Giusy, Noemi e Mengoni appartenevano alle prime edizioni di X Factor, quando ancora il programma valeva qualcosa forse

    Però mi sembra che chi esce bene da amici (vedi Emma) abbia ottenuto più successo rispetto agli altri (tolto Mengoni appunto)

  • Personcina 3 Ottobre 2017 at 22:41

    Per far rivincere le suor cristina e compagnia bella?
    Io propongo questo: ha la possibilità di esprimere un voto solo chi sta acquistando un disco in negozio o sul web. Così se proprio deve essere il pubblico a votare, che sia effettivamente chi la musica la acquista e non chi guarda sonnecchiando un programma tv e vota a the voice come voterebbe a la prova del cuoco, per poi ascoltare musica solo se passa una macchina vicino con la radio accesa e il finestrino aperto.

  • Michelangelo Boccuni 3 Ottobre 2017 at 21:38

    In Francia si, ne sono usciti parecchi che hanno venduto bene e durano nel tempo. Addirittura anche da the voice kids.

  • tentativo 3 Ottobre 2017 at 21:00

    pelù, cocciante e j-ax hanno avuto senso come giudici. gli altri no.

  • Artik 3 Ottobre 2017 at 19:43

    Veramente io penso l’esatto opposto. I cantanti di Amici vendono il primo anno e poi tendenzialmente spariscono (Amoroso e Emma a parte). Non credo che fra due anni qualcuno si ricorderà di Riki, o di Thomas o dei Dear Jack.
    Al più finiscono a fare i concorrenti di reality. Leggi Carta, Scanu o Angelucci.

    Al contrario da X Factor sono usciti Giusy, Noemi, Mengoni, Bravi, Fragola e Michelin.
    Punto.

  • Cristina Reggiani 3 Ottobre 2017 at 18:07

    con dei giudici decenti e degli di questo nome avrebbe senso

  • Gelido 3 Ottobre 2017 at 15:25

    E’ ovvio che a quelli della tv la carriera dei vincitori non frega nulla, e cmq The Voice in tutto il mondo non ha mai prodotto carriere musicali… l’idea di riproporlo potrebbe andare ma andrebbe profondamente rimaneggiato, a mio avvio semplificato e velocizzato

  • Fatinah 3 Ottobre 2017 at 12:45

    Ancora ci provano? È già tanto se quelli che escono da X Factor sopravvivono dopo la fine del programma, figuriamoci The Voice

    Al momento (purtroppo) l’unico talent che può dare un seguito è Amici

  • FRANCESCO 3 Ottobre 2017 at 10:12

    NO