Donald Trump presidente degli Stati Uniti d’America: cancellerà il matrimonio egualitario?

Condividi

 sub-buzz-16407-1478017672-8

L’incubo di 3/4 di mondo è diventato realtà, nella notte, con Donald Trump eletto presidente degli Stati Uniti d’America.
Un qualcosa di inimmaginabile, fino a 12 ore fa, che di fatto alimenta paura e incertezze. Comunità LGBT in testa.
Trump, misogino, volgare, razzista, sessista e tendenzialmente omofobo, aveva infatti promesso questo, in caso di vittoria:

“Se sarò eletto, prenderò seriamente in considerazione la possibilità di nominare giudici della Corte Suprema inclini a capovolgere la decisione sulle nozze gay”. “Ritengo che il tema debba essere deciso a livello dei singoli Stati”.

Se tutto ciò sia realmente possibile, onestamente parlando, è poco chiaro, ma l’epocale sentenza presa dalla Corte Suprema nel giugno del 2015, ovvero ‘le nozze gay sono un diritto costituzionale’, potrebbe clamorosamente cadere. Da qui a breve. Grazie a lui, al  45esimo presidente degli Stati Uniti.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • chiaaa 12 Novembre 2016 at 11:05

    Io sono preoccupato dalla vostra ignoranza.

    Sin dalla seconda guerra mondiale l’America ha da SEMPRE avuto un ruolo centrale di “gendarma del mondo”, ruolo da cui l’Italia e gran parte dell’Europa occidentale ha beneficiato trovandosi “protetta” dalla parte del più forte. Ruolo che va mantenuto per non farsi sopraffare da altre potenze con interessi e ideali diversi.

    Trump, repubblicano, non conosce il mondo, e proprio disinteressandosene rischia di mandarlo in merda. Europa compresa.

    Lo scacchiere geopolitico non ha solo l’America come paese influente. Oggi la fuori ci sono nazioni pericolose, e poco democratiche, come la Russia e la Cina che vorranno/potranno imporsi in alcune situazioni, creando tensioni in casa nostra. Se l’America si fa i cazzi suoi e si isola, come vorrebbe Trump, gran parte delle situazioni fragili del medio oriente verranno arrogantemente gestite da Putin che probabilmente entrerà in conflitto con quel che resta della NATO, portando, possibilmente a nuove tensioni sul nostro continente in relativa pace da 70 anni.

    Con Trump i coinvolgimenti internazionali americani rischiano di venire cancellati a nostro SVANTAGGIO. Poi i DANNI che il paese avrà al suo interno (che a me interessano meno) sono sotto gli occhi di tutti. Cancellare Obamacare e matrimoni egualitari a tutti gli stati sarebbe UNO SCANDALO degno da dittatore fascista.

  • chiaaa 12 Novembre 2016 at 10:52

    Ho letto tutto e non c’è niente che mi ha stupito. Tu invece il documento l’hai letto o ti sei fermato al titolo-gancio e alla terza riga?

    In alcuni punti la Clinton viene descritta come “super competente” e più propensa ad agire in situazioni dove a parità di rischi si poteva scegliere se astenersi o entrare in conflitto con altri paesi, vedi Libia. Ti ricordo, inoltre, che il New York Times è considerato un organo di stampa a favore dei democratici…

  • heis 10 Novembre 2016 at 23:16

    E fammi la cortesia di documentarti seriamente andando a leggere tutti i documenti pubblicati che smascherano il bel faccino della nostra candidata senza macchia. Ti agevolo il compito: http://www.nytimes.com/2016/02/28/us/politics/hillary-clinton-libya.html?_r=0
    E almeno leggi in silenzio, che qui quello che l’ossigeno lo inquina sei tu.

  • heis 10 Novembre 2016 at 23:09

    Caschi proprio male caro. Prima di insultare le persone prova ad informarti seriamente, magari senza lasciarti intortare dalle prime castronerie lette di sfuggita su qualche blog. Mi hanno sempre insegnato a pensare con il mio cervello e soprattutto con senso critico, che a quanto pare a te manca del tutto.
    La competenza di una ragazzina di 18 anni la dimostri tu, visto che le situazioni di tensione che da anni vanno avanti in Medio Oriente sono state create proprio dagli 8 anni di buon governo del caro Obama, che non ha fatto altro che continuare sul solco dei suoi predecessori, nascondendosi dietro qualche specchietto per le allodole buono solo per gli ignoranti superficiali come te. Sicuramente meglio un razzista, misognino e omofobo come Trump di una assassina patentata come la Clinton, che nei suoi anni in politica ha fatto più danni dell’uragano Katrina.
    Ignorante e maleducato.

  • chiaaa 9 Novembre 2016 at 23:28

    E tu da dove cazzo vieni? Non sto mica commentando un articolo del Fatto Quotidiano.

    Sono AMAREGGIATO all’idea di condividere lo stesso ossigeno che respiri tu (e gente come te) su questo pianeta.

    Chiunque fa questi discorsi NONSENSE ‘A CASACCIO, con la competenza di una ragazzina di 18 anni che ha appena preso 60 alla maturità dovrebbe vedersi negato il diritto di voto. Altro che suffragio universale…

  • chiaaa 9 Novembre 2016 at 15:58

    Non sono solo i diritti civili degli americani omosessuali a preoccupare.

    Ci sono in ballo equilibri nazionali, strategie militari, l’influenza di una politica di chiusura sulle campagne elettorali di altri governi di altre nazioni…

    L’America con Trump si chiuderà in se stessa lasciando a Putin alcune questioni nel vicino medio oriente ed Europa orientale. Rischiano anche di alterare gli equilibri della NATO. Ispirerà (e darà il via libera) a populisti e nazionalisti di altre nazioni nella corsa/presa di potere. In questo discorso fa molta paura la corsa alla presidenza di Marine Le Pen, in Francia.

    Molta paura anche la questione razziale che nonostante fosse sotto il governo di Obama ha comunque visto moltiplicarsi casi di violenza ingiustificata da parte delle forze dell’ordine verso i cittadini di colore americani.

    Sono sconcertato da questa vittoria. L’America doveva essere un paese portabandiera del progresso, mentre con quest’uomo è regredita di 8 anni.

  • Heis 9 Novembre 2016 at 14:41

    Buon governo Obama? Seria e competente Clinton??? Ma chi, quella che inviava i droni a sterminare persone innocenti dal suo telefonino?

  • CitizenKane 9 Novembre 2016 at 14:14

    Il fatto che alcuni stati abbiano votato per la reintroduzione della pena di morte e ci siano riusciti non fa ben sperare. Trump inoltre può nominare ben 3 giudici della Corte Suprema, l’unico organo che potrebbe mettere in discussione la legge. Con una maggioranza di destra il voto potrebbe essere scontato.

  • chiaaa 9 Novembre 2016 at 13:33

    Oggi ci siamo risvegliati in un incubo.

    Ieri sera sono andato a dormire pensando ad altro. Dando per scontato il risultato di una partita, per me, già vinta in partenza.

    Questa mattina quando mi sono accorto del verdetto ho iniziato a tremare e ho quasi vomitato. Donald Trump è potenzialmente peggio di Bush JR.

    Cosa cazzo è successo a questo paese? Come ha fatto dopo 8 anni di buon-governo di Obama a preferire questo pazzo, spesso ridicolizzato da se stesso, alla più seria e competente Clinton? Qualcuno me lo spieghi per favore perché non ci posso credere!

  • antipapa 9 Novembre 2016 at 12:12

    Non cambierà assolutamente NIENTE.
    Non fare come quei gay debolucci piagnoni che già urlavano come pazze isteriche per la ridicola minaccetta di fare un referendum contro le unioni civili dei cattomalati di casa nostra che poi, come era ovvio, si sono coperti di ridicolo e sono stati totalmente ignorati dagli italiani.
    Il matrimonio egualitario è una diritto civile dal quale quando è conquistato non si torna indietro. Anche perchè ovunque la gente vede subito che è una cosa positiva. Anche in Spagna il PP minacciava di cancellarlo poi si è ben guardato dal farlo. Sarebbe come se uno dicesse che vuol togliere il diritto di voto alle donne.

  • Alberto 9 Novembre 2016 at 12:01

    Ma soprattutto grazie ai tantissimi gay che lo hanno votato. Poveri imbecilli

  • Mdzboy 9 Novembre 2016 at 11:40

    Non cadrà nulla, ma solo per il semplice fatto che è complicato fare il processo inverso e annullare i matrimoni già celebrati. Inoltre, dubito che un riccone come lui possa essere super omofobo. Chi vivrà vedrà…anche se gli americani sono davvero idioti ad aver votato un tipo del genere.

  • Lu 9 Novembre 2016 at 9:47

    non ho dubbi sfortunatamente

  • Pat 9 Novembre 2016 at 9:36

    Con tutto il rispetto, credo che le unioni civili siano l’ultimo dei problemi nel caso di Trump alla presidenza. Prepariamoci alla terza guerra mondiale, piuttosto.

  • Marco22 9 Novembre 2016 at 9:25

    Go trump go