Radio Maria sospende padre Giovanni Cavalcoli, ovvero colui che parlò di ‘terremoto punizione divina causa unioni civili’

Condividi

121953125-1a5d9dd7-7248-4761-bd3e-7ff7424d3792Dopo le scuse a metà di ieri, perché rivolte solo ai terremotati e NON a quella comunità LGBT per l’ennesima volta gratuitamente infangata, dal Vaticano hanno di fatto imposto a Radio Maria una presa di posizione ufficiale nei confronti di colui che domenica scorsa diede la ‘colpa’ del terremoto alle unioni civili.
Stiamo parlando di padre Giovanni Cavalcoli, per un mese sospeso dalla sua trasmissione mensile.
Praticamente un buffetto sulla guancia.

“Radio Maria ritiene inaccettabile la posizione di padre Giovanni Cavalcoli riguardante il terremoto e lo sospende dalla sua trasmissione mensile”. “Tale posizione non è in linea con l’annuncio della misericordia che è l’essenza del cristianesimo e dell’azione pastorale di papa Francesco”. “Radio Maria si scusa se tali espressioni possono aver offeso la sensibilità dei fratelli terremotati ed esprime loro piena solidarietà e vicinanza nella preghiera. Radio Maria assicura, come già in passato, i collegamenti di preghiera con le zone terremotate per far sentire loro la vicinanza di tutta la Chiesa”.

Anche in questo caso, ovviamente, nessuna ‘scusa’ alla nostra comunità, per l’ennesima volta messa in mezzo da ignoranti e bigotti signori in sottoveste. Loro SI’, castigo divino per la povera Italia.

Autore

Articoli correlati