Milano – prima unione civile d’urgenza per Margherita, malata terminale, e la sua compagna

Condividi

matrimonio-gay1

Margherita ha realizzato il proprio sogno da un letto d’ospedale, ovvero ‘sposare’ l’amata compagna da 25 anni al suo fianco.
Il comune di Milano ha infatti deciso di non aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ponte e di ‘sposare’ civilmente la donna, nella giornata di ieri, vista la gravità della situazione clinica.
Questo perché Margherita è malata terminale. “Voglio che lei senza di me sia al sicuro”, aveva spiegato, e da Palazzo Marino hanno acconsentito per una procedura d’urgenza.
Quando arriverà l’atteso registro, tra il 9 e il 10 agosto, la prima coppia ad essere trascritta sarà proprio quella di Margherita e della sua compagna, da 24 ore ‘spose’.
Via Repubblica, giorni fa, la 53enne Margherita, professoressa, aveva lanciato il proprio appello: ‘fatemi sposare, prima che sia troppo tardi’.
Detto, fatto, in attesa che anche Dario Guarise, 73enne anche lui malato che sempre dalle pagine di Repubblica si era rivolto al Premier Renzi affinché velocizzasse le procedure, possa fare altrettanto.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • diego 28 Luglio 2016 at 18:21

    dpcm pubblicato nella gazzetta di oggi (n.175), in vigore da domani; mancano le formule del min (altro DM) che devono essere approvate entro 5 gg.