Venezia 73, Franca: Chaos and Creation – Francesco Carrozzini alla regia di un doc sulla mamma Franca Sozzani

Condividi

 Schermata 2016-07-29 alle 10.40.55

Il doc che non ti aspetti, all’interno del ricchissimo programma della 73esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia quest’oggi presentato alla stampa, si intitola Franca: Chaos and Creation, inserito all’interno dell’inedita sezione Cinema nel Giardino.
A dirigerlo, infatti, Francesco Carrozzini, non solo ex di Lana Del Rey ma soprattutto celebre fotografo e regista di videoclip nonché figlio di Franca Sozzani, da quasi 30 anni direttrice di Vogue Italia.
L’Anna Wintour del Bel Paese, per intenderci, pronta a ‘svelarsi’ attraverso un doc intimo e inedito, diretto non a caso da chi la conosce meglio.
Quel gran fico del figlio.

Schermata 2016-07-28 alle 13.10.28

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Fred Astaire 1 Agosto 2016 at 10:58

    E intanto, da chi più se ne intende, Vogue Italia è considerato il miglior Vogue esistente. Quindi forse – forse, eh! – qualcosa di buono l’ha fatto.

  • chiaaa 28 Luglio 2016 at 21:37

    Onestamente non ho ancora capito se sia più bravo di altri o meno…sta di fatto che superata una certa soglia “tecnica” (data anche dall’esperienza) a fare il fotografo sono capaci tutti…

    …e questo qui non deve aver avuto la benché minima difficoltà a fare da assistente alla persona giusta a 18 anni…a fare da intern nello studio giusto a 22…a pubblicare le sue prime cose importanti a 25…e a scattare copertine a 30…

    Ci sono molte persone che vorrebbero fare il suo lavoro ma a 27 anni si arenano perché non hanno possibilità e contatti sufficienti.

    Mi dispiace, non è per confermare il cliché dell’italiano medio geloso e invidioso, ma questo qui è uno nato con la camicia…

  • Lady Manufactured 28 Luglio 2016 at 18:11

    Evviva la meritocrazia.

  • boy 28 Luglio 2016 at 14:59

    nepotismo all’ennesima potenza

  • Michele 28 Luglio 2016 at 13:30

    Lei la donna più sopravvalutata dell’editoria/moda. Seduta sulla stessa sedia da decenni non ha rotato niente di nuovo. Grave soprattutto nel paese della moda. Non esiste che Vogue stranieri (germania, uk, paesi dell’est, ecc…) siano più innovativi di quello italiano.

  • markuss17 28 Luglio 2016 at 13:18

    e’ stato ospite nel mio albergo a Citta’ del Capo per un servizio su Vogue Italia e posso confermare che e’ un gran fico ma anche una persona molto gentile con tutti, educato e che non se la tira per nulla nonostante il suo “entourage” stellato.