Mary, la denuncia di una donna transgender: in 4 anni di carcere sono stata stuprata 2000 volte

Condividi

Orange-Is-The-New-Black-Laverne-Cox-Netflix-61515-1024x575

Stuprata per 2000 volte in 4 anni passati in un carcere maschile britannico.
L’incredibile ed agghiacciante denuncia arriva da Mary, ex carcerata trans costretta a compiere atti sessuali in cambio di protezione, come da lei rivelato a News.com.au.
Mary ha provato a ribellarsi più e più volte, ricevendo in cambio botte, frustate e minacce di morte.
Un vero e proprio inferno in Terra, con quasi due stupri al giorno per 48 mesi consecutivi.
Mary ha poi denunciato il trattamento ricevuto da parte degli agenti di polizia penitenziaria, che le hanno negato gli ormoni, con conseguente ricrescita dei peli sul suo volto.
Un’altra detenuta trans, infine, è stata ripetutamente violentata da altri carcerati, per una condizione transomofoba troppo spesso taciuta e di fatto tristemente simile in ogni dove. Paese che vai, bestie che trovi.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Stefano Innominati 20 Aprile 2016 at 7:07

    Boh, c’è qualcosa che non mi convince del tutto in questa storia.
    Non è che adesso la vediamo dalla Barba(ra) d’Urso?

  • serenity 19 Aprile 2016 at 11:15

    Coglione.

  • Gnigno 18 Aprile 2016 at 21:46

    beata lei

  • Boh! 18 Aprile 2016 at 20:38

    Forse non conoscete bene la situazione delle carceri americane.
    Queste cose purtroppo accadono a tutti, etero/trans/invenzione del momento!
    Ma che ve lo dico a fare, tanto per voi è tutta una cospirazione dei non-gay.