Laura & Paola, chiusura in calando di uno show comunque da applaudire

Condividi

12472591_10153635285856483_2119359782465684563_n

1° puntata: 5.786.000 telespettatori e il 24,1% di share.
2° puntata: 4.931.000 telespettatori, share 20,86%
3° puntata: 4.279.000 telespettatori, share 19,55%.

Erano partite a razzo, sconfiggendo addirittura Paolo Bonolis e la corazzata trash di Ciao Darwin, ma sono finite in calando.
Nel giro di 20 giorni Laura & Paola, ovvero la Pausini e la Cortellesi, hanno lasciato per strada un milione e mezzo di telespettatori.
Dai 5.786.000 del debutto ai 4.279.000 di ieri sera. Meno 5% di share in 3 settimane, mentre la concorrenza Mediaset riprendeva fiato (ieri 5.360.000 telespettatori, share 27,04%).
Eppure lo show Rai ha regalato momenti di puro varietà come non ne vedevamo da tempo. Certo, 3 puntate son state tante, con quelle infinite gag tra le due conduttrici alla lunga controproducenti, tanto da non sfondare tra il pubblico nazionalpopolare. Se la Cortellesi ha per l’ennesima volta dimostrato di avere una marcia in più rispetto a chiunque altro, perché sa presentare, imitare, recitare e cantare, la Pausini ha pagato lo scotto del voler ‘esagerare’, strabordando in eccessi che poco si addicono alla sua figura ‘classica’. Spesso fuori misura, e il più delle volte inutilmente. Ma le due si sono ben amalgamate regalando momenti di buona televsione, o almeno differente dalla solita minestra a cui negli ultimi anni siamo stati abituati. Ed è anche per questo motivo che il servizio pubblico, pagato da tutti gli italiani, si chiama servizio pubblico, dovendo ‘sperimentare’, o almeno richiare nel ‘nuovo’, provando ad andare oltre la solita logica degli ascolti.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Frederik 18 Aprile 2016 at 17:13

    Tristezza infinita questo programma anche per i pochi minuti in cui l’ho visto. Ma credevano di essere agli anni ’40 ancora??
    L’ultimo programma decente di Rai1 era quello al sabato di Fiorello una decina d’anni fa o più credo.
    Che poi pure Crozza su La7 era meglio!

  • Signorino tumistufi 16 Aprile 2016 at 21:40

    Il duetto Pausini ramazzotti con rivisitazione di mina e Battisti è stato imbarazzante.
    Programma lento e non c’era sintonia tra le due.
    È facile dare la colpa al popolo bue . Sarebbe più onesto dire che è stato un programma pensato e gestito male. Tanti programmi di qualità hanno riscontrato successo quindi alcune vostre teorie lasciano il tempo che trovano.
    Ps: il promo del programma a mio avviso ha portato sfiga

  • ziaassunta 16 Aprile 2016 at 18:20

    il varietà di questi tempi è troppo difficile e costoso da fare, per farne uno vero bisognerebbe lavorarci un anno

  • Aran Banjo 16 Aprile 2016 at 16:32

    mi dispiace ma c’era poca sintonia tra le due… il programma funzionava solo quando erano divise o durante i numeri cantati
    non basta il talento (e lì ce n’era tantissimo) ma va saputo anche gestire a partire dalla chimica (la pausini ci provava ma con scarsi risultati) dai testi e dalla regia
    peccato

  • Febo Guiscaldo Elegiaco 16 Aprile 2016 at 15:00

    La qualità, l’intelligenza e la bravura in Italia non pagano mai, specialmente quando dall’altro lato ci sono tette e culi!

  • Andrea G 16 Aprile 2016 at 13:54

    Proprio per le porcate e il becerume cui siamo stati abituati, per me hanno comunque vinto. La Cortellesi, poi, sublime!

  • Gianluca 16 Aprile 2016 at 13:51

    E cosa avrebbero fatto di “nuovo”, di “sperimentale”? E comunque il problema di quei siparietti non era il pubblico nazionalpopolare ma i siparietti stessi che erano brutti, ripetitivi e a tratti imbarazzanti per quanto lunghi e ridondanti.

  • SecondoMarco 16 Aprile 2016 at 13:01

    Devo dire che ho trovato lo spettacolo pieno di momenti di qualità, come dici tu nella parte finale del tuo articolo. Importantissimo visto che ormai la parola qualità è la cosa più lontana in assoluto dalla televisione…. Arisa ha una voce stupenda, mi piace molto!

  • lorenzino 16 Aprile 2016 at 12:56

    ancora due o tre puntate e le percentuali sarebbero state quelle del partito di alfano alle ultime elezioni.
    certo mettere alla guida di un programma del genere una donna di rara antipatia come ‘sta cortellesi e affiancarla ad una smandrappona come la pausini non ha aiutato…
    ma la marchesini che fine ha fatto?

  • Deddo 16 Aprile 2016 at 12:34

    Dai è stato un bello spettacolo, con i suoi limiti e imperfezioni ma una bella televisione (d’altri tempi).
    Era molto difficile la serata del venerdì e questo si sapeva sin da subito, in un’altra collocazione avrebbe dato sicuramente qualcosa in più in termini di ascolti ma lo standard qualitativo è su alti livelli. Brave.