Colombia, la Corte Costituzionale dice SI’ ai matrimoni gay

Condividi

 

People attend a demonstration to support the passage of the same-sex marriage law at Bolivar square in Bogota April 23, 2013. Colombian Congress meet today to discuss and vote on a law allowing marriage between same-sex couples. REUTERS/Jose Miguel Gomez (COLOMBIA - Tags: POLITICS CIVIL UNREST)

Pochi giorni dopo il raggiungimento del quorum per chiedere un referendum popolare contro le adoziono gay (2 milioni di firme raccolte), in Colombia si festeggia.
Per 6 voti a 3, la Corte Costituzionale del Paese ha infatti reso LEGALI i matrimoni gay in tutto il Paese. Nei giorni scorsi il presidente Juan Manuel Santos aveva sottolineato come fosse DISCRIMINATORIO negare il matrimonio egualitario alle coppie dello stesso sesso.
Una seconda storica sentenza quella della Corte, che nel novembre scorso aveva già dato il proprio semaforo verde alle adozioni per le coppie gay, portando le opposizioni a raccogliere le firme per il raggiunto e prossimo referendum.
In tutto il Sud America sono quindi diventati 5 i Paesi in cui il matrimonio glbtq è diventato legge, ovvero l’Argentina, l’Uruguay, il Brasile, la Guyana Francese ed ora la Colombia.

Autore

Articoli correlati