Ornella Vanoni contro gli eccessi glbtq: sfilate in giacca e cravatta e fate vedere che siete persone normali

Condividi

Schermata 2016-01-25 alle 17.07.33

Uno stato Facebook a dir poco fuoriluogo e gratuito, a 48 ore dalle sobrissime manifestazioni politiche che hanno visto 100 piazze d’Italia pregne d’orgoglio. Ornella Vanoni si è scagliata contro quei gay ‘eccessivi’ che da sempre, durante i gay pride estivi, caratterizzano le colorate sfilate cittadine (peccato che l’immagine da lei pubblicata arrivi dalla GERMANIA e sia del 2007). Una polemica immortale che divide il più delle volte lo stesso mondo glbtq, qui riproposta dalla Vanoni citando Pride di Matthew Warchus, gioiello cinematografico che ha dato voce a quelle rivendicazioni che STORICAMENTE PARLANDO l’universo gay ha chiesto e ottenuto anche così. Con i lustrini, con i tacchi a spillo, con i boa di struzzo, con le trans mezze nude e le drag queen in prima fila. Basterebbe documentarsi e vedere delle immagini di repertorio per scoprire che i Pride di oggi sono lo specchio ‘ridotto’ dei Pride di ieri (molto più provocatori e baracconi), e auto-censurarli risulterebbe quasi denigratorio nei confronti di chi, vestito così, ha marciato per permettere a noi di manifestare per le unioni civili. In questi giorni di dibattito politico, poi, nessuno ha voluto tramutare la rivendicazione dei diritti in una ‘festa dell’orgoglio omosessuale’, tant’è che nelle piazze d’Italia si è vista proprio quella normalità oggi impunemente ‘consigliata’ dalla Vanoni nazionale.
Vittima di una sonora cantonata.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Massi Rei Yagami 11 Febbraio 2016 at 4:50

    E di tua madre

  • . 9 Febbraio 2016 at 17:55

    Qui l’unica carnevalata è la tua inutile vita.

  • CRISTIANO 31 Gennaio 2016 at 17:19

    Sono pienamente d’accordo con Ornella. Da sempre mi danno fastidio le baracconate e le ostentazioni che scadono nel ridicolo. Non c’è nessun bisogno di rendersi pagliacci soprattutto se nella propria coscienza, che è per me l’unica cosa che conta, ci si sente nel giusto… Che tristezza infinita…

  • Boh! 26 Gennaio 2016 at 22:00

    Non lamentarti però, allora, se in tv chiamano le peggio checche isteriche e non omosessuali maschili in giacca e cravatta!

  • Luca Verducci 26 Gennaio 2016 at 13:59

    Ma qui non si parla di parrucca, tacchi o abiti definiti “femminili”, perchè di quelli a me non interessa ma si parla di persone che sono praticamente nude o con abiti che non c’entrano assolutamente con il contesto dell’evento

  • Leore 26 Gennaio 2016 at 10:59

    ma uno ha il diritto di uscire in mutandine da donna alla manifestazione? Ma che male c’è? Sta uccidendo o offendendo qualcuno? Sta violando qualche norma di legge?

  • Febo Guiscaldo Elegiaco 26 Gennaio 2016 at 10:20

    Ognuno la pensa come vuole! Sono omofobo? Va bene così, mi interessa decisamente poco la sua opinione! Ma fanno schifo pure a me certe immagini, mi spiace… sarò omofobo allora, amen! Me ne farò una ragione! Chi se ne fotte! Dico solo ciò che penso… e so per certo che queste sceneggiate non hanno mai aiutato! Ed è la pura e semplice verità. E’ inutile nascondere la testa sotto la sabbia!

  • Davide 26 Gennaio 2016 at 10:03

    Ha ragione la Vanoni! E forse quando anche tutte le associazioni gay capiranno che si può manifestare in maniera sobria (ma pur sempre in un clima di festa) aumenterà anche la partecipazione!

  • M$rco 26 Gennaio 2016 at 8:51

    Non si chiede la normalità. Ma che pride frequenti? Si aborra la normalità.
    Un etero che giudica un gay abominio perche pratica un rapporto anale e un gay che giudica un altro gay in base all’outfit indossato al pride è assurdo. Non vedoa differenza. Omofobi entrambi. Chiedi di non essere giudicato solo perché ti discosti da quel concetto di normalità e poi vuoi che venga applicata ad altri? Vergogna

  • M$rco 26 Gennaio 2016 at 8:47

    Allora il pride è una cosa la manifestazione di sabato altra!
    Il pride è una parata basata sul concetto di liberazione sessuale, la manifesta era basata sulla volontà di chiedere diritti. Confondi il culo con il cervello.

  • Lucax88 26 Gennaio 2016 at 8:46

    Niente di più vero! Ha ragione la Vanoni

  • M$rco 26 Gennaio 2016 at 8:46

    Infatti tu non devi sentirti rappresentato da nessuno. Al pride non si va per essere rappresentati da altri, ma bensì per rappresentare se stessi. Siamo tutti diversi. Immagino non ti sentiresti rappresentato neanche da un ragazzo alto, moro occhi azzurri se tu sei biondo bassi e con occhi neri. Ma cosa dici

  • Fabrizio 26 Gennaio 2016 at 8:38

    Giudizi morali da una gonfia come un otre di botulino e alcol non li accetto e chi la pensa come lei sono solo dei cojoni che del pride, della storia del pride Nn hanno capito nulla e manco vogliono capirla. Al prossimo pride vi prego tutti sui tacchi!

  • Key- hit me Naomi 1more time 26 Gennaio 2016 at 1:49

    E a dirlo sò quelli che vanno in giro coi risvoltini alle ginocchia a gennaio -.-

  • Key- hit me Naomi 1more time 26 Gennaio 2016 at 1:44

    Come al solito la maggior parte di voi fa schifo al cazzo.
    E poi siete i primi a prendere parte ai pride con le parruche colorate “scheccando” come matte. Ma non vi vergognate!
    Ho letto un solo commento decente in mezzo a sta merda. Non capisco perchè ve chiamano froci quando basterebbe coglioni ad insultavve.
    Io posso anche andare in giro vestito da grande puttana questo non vuol dire che mi si debbano negare dei diritti.
    Brutti coglionazzi ma che cazzo ci facevate nelle piazze?
    Lottavate per la parità dei diritti o per i diritti dei “normali”?
    Nascondetevi.

  • Claudio Weeraratne 25 Gennaio 2016 at 23:38

    mmm…quindi bisognerebbe andare alle manifestazioni in giacca e cravatta, uniformandosi per non dare fastidio a nessuno secondo voi?
    E se mio figlio volesse comprarsi una bambola o vestirsi in modo stravagante sarebbe giusto se la gente (come voi) lo giudicasse?
    Mi sembra che non abbiamo imparato molto….
    Per giunta la foto e’ tratta non da una manifestazione in Italia ma da una un paese estero dove i diritti li hanno da anni…e nonostante alcuni gay siano cosi’ “eccentrici” l’integrazione e’ avanti anni luce rispetto all’Italia.
    E’ incredibile notare come diversi gay siano (molto) omofobi nei confronti di altre persone LGBT (effeminati, eccentrici, travestiti, lesbiche, trans…etc…) :/

  • Nic 25 Gennaio 2016 at 23:35

    d’accordissimo con lei. il pride dev’essere un momento di rivendicazione di pari dignità sociale la cui serietà purtroppo viene travisata da chi appunto pensa che queste siano ostentazioni da carnevale e puro esibizionismo che ne sviliscono il messaggio e, anzi, lo eclissano. mi spiace, perché è vero che il pride è anche questo, ossia rivendicazione della propria identità sessuale, del proprio modo di palesarla, sia pure con paillettes e lustrini ma è anche vero che la forma della manifestazione ha essa stessa una precisa importanza. se vogliamo abbattere il concetto di diversità, manifestare come è stato fatto sabato scorso è il modo migliore per abbattere il pregiudizio di chi fa già tanta difficoltà a capire l’omosessualità in abiti borghesi.

  • ErPupone 25 Gennaio 2016 at 23:20

    Quanta omofobia interiorizzata in questi commenti.

  • Luca Caldari 25 Gennaio 2016 at 22:49

    mettiamolecose in chiaro:
    1) lafoto non è inerente all’ultima manifestaione
    2) la vannoni non era nemmeno alla manifestaione e si è immaginata sta cosa, forse era ubriaca visto quello che ha scritto.
    3)il gay pride è una cosa diversa dove si accogono le diversità e li va bene vestirsi così.
    4) a londra e negli altri paesi il pride si fa così e anche peggio ma loro i diritti li hanno già, è quindi logico pensare che non è un problema d’abito.
    5) tutti quei gay che ora gli danno ragione generalmente sono quelli che al gay pride non ci vanno perché non li rappresenta, che lafoto arcobaleno al profilo non la mettono perché a detta loro “non serve a niente” e che danno pure ragione a sta invasata che ci rema contro…. ma una domanda: ma voi per la causa che avete fatto ? per me un emetito c..

  • vinz 25 Gennaio 2016 at 22:49

    Vogliamo la normalità?Ma io non la voglio la normalità, mi fa schifo. Voglio poter andare in giro con la parrucca, perchè se mi sento bene vestito in quel modo sono cazzi miei, e i diritti non me li date perchè mi uniformo, ma perche’ valgo quanto voi,

  • Angelo Maggioni 25 Gennaio 2016 at 22:20

    commento di molti sotto e della Vanoni fuori luogo e di pessimo gusto, di fatto la foto è del 2002 , e in occasione di #svegliaitalia nessuno e ripeto nessuno era vestito così, postare un commento con una foto vecchia in questo momento ha solo uno scopo, quello di screditare i gay e non dargli una mano o dire io sono dalla loro parte. peccato la Vanoni ( che solitamente è ubriaca 24h/24 ) ha perso l’occasione di starsene zitta ed evitare figuracce , ovviamente per chi ha un cervello funzionante e non commenta una foto vecchia in un contesto diverso da quello accaduto , come molti ..aimè gay qui sotto hanno fatto !!!

  • Luca Caldari 25 Gennaio 2016 at 22:10

    beh l’ultima che abbiamo protestato (il 23 ) era una manifestaione sobrissima cavolo vuole?!
    nella civilissima londra sfilano così come nella foto e nessuno rimpe le biglie e hanno già ottenuto tutti i diritti quindi il problema non è l’abito.
    tra l’altro la foto in questione non mi sembra nemmeno italiana.

  • Al 25 Gennaio 2016 at 21:51

    E ha ragioooneeee! Lo dico da anni pure io. Togliete dalle palle del gaypride quegli esibizionisti a culo all’aria che non sono rappresentativi di un bel fico secco e stan li solo per la propria vanità, per mettessi in mostra. E allora si che si vedrà la normalità, e non quel 5% che si crede di essere rihanna al carnevale delle Barbados.

  • Cuddly Sinnerman 25 Gennaio 2016 at 21:45

    Premesso che non ci vedo nulla di male ad essere eccentrici, credo che la Vanoni abbia ragione, in giacca e cravatta sembreremmo più autorevoli e decisi, e otterremmo molto di più. Secondo me ci ha dato un consiglio sincero con il cuore, non per criticare ma per aiutarci. #GrazieOrnellaVanoni

  • luke 25 Gennaio 2016 at 21:02

    brava ornella, lo dico da sempre anche io.

  • Mdzboy 25 Gennaio 2016 at 20:58

    Ha ragione da vendere. Ed è onesto il commento di chi dice che non vanno conciati così i restanti giorni…meno vittimismo idiota please!
    Io da sposato e out con tutti da anni, posso dirti che questa foto la trovo umiliante e da disagiati mentali. Questi pagliacci NON ci rappresentano e non fanno altro che umiliarci. Pura e cruda verità.

  • Matteo Nigri 25 Gennaio 2016 at 20:57

    Sono molto stanco di fare sempre lo stesso discorso.
    Il pride ha una storia, e nella storia si apprende che le lotte, le battaglie e i diritti non si ottengono con la censura delle varie sfaccettature ma bensì allargande e integrando le varie realtà.
    Prima si chiamava gay pride, ora solo pride, chissà perché. Semplice. Nei decenni dai primo pride, dove drag, transgender, travestiti hanno rotto il muro di silenzi e omertà. Le lotte si sono evolute e le sfaccettature di ogni singola persona anche.
    Abbiamo come simbolo un arcobaleno di colori, anche qui domandiamoci perché.
    Ogni coloro ha un senso, un significato, una verità ma questi non prevaricano l’uno su l’altro, non vengono nascosti dagli alti ma si fortificano solamente.

    Il non sentirsi rappresentati…BAH….non vedo perché dovrebbe per forza esserlo. Ognuno scenda in piazza per rappresentare il proprio io, la propria realtà, il proprio modo do vivere la vita..
    Non comportiamoci come vorrebbero che si faccia.
    Pure io vado ai pride semplicemente come sono tutti i giorni ma non denigro e dico a nessuno come deve rappresentarsi o mostrarsi.

  • DilfDilf 25 Gennaio 2016 at 20:49

    è fuori lugo perche proprio sabato in 100 piazze si è manifestato vestiti da persone “normali”…

  • HMDS 25 Gennaio 2016 at 20:34

    BRAVISSIMO.

  • Toby 25 Gennaio 2016 at 20:13

    Ha ragione.

  • Massi Rei Yagami 25 Gennaio 2016 at 20:10

    Concordo con la Vanoni, le carnevalate teniamocele per le serate in discoteca

  • Nome 25 Gennaio 2016 at 20:09

    Parole sante!

  • Mestesso Medesimo 25 Gennaio 2016 at 19:59

    Raga, stiamo pagando anni ed anni di esibizionismo. E’ così purtroppo e mi sembra che ci si stia muovendo abbastanza nella giusta direzione. Continuando a far vedere chi siamo davvero sicuramente alla fine ci si scrollerà di dosso questa immagine.

    Detto ciò, come discorso generale e non riferito ai fatti di questi giorni, sono d’accordissimo con la Vanoni. Che tra l’altro ha la bacheca piena di post PRO unioni civili, ma quelli nessuno li mostra.

  • King Diamond 25 Gennaio 2016 at 19:59

    Finalmente qualcuno che la dice sta sacrosanta verità!!!!!!!!!!!!!!! 10 e lode Ornella Vanoni!

  • Lukas 25 Gennaio 2016 at 19:28

    Beh ha ragione!

  • Giangi 25 Gennaio 2016 at 19:14

    Sono anch’io d’accordo con la Vanoni.
    È una manifestazione politica e pubblica, va bene ballare e cantare ma farsi vedere col culo di fuori o fare bocchini sui carri ci fa solo del male. Alla Mucca Assassina è un’altra storia

  • Luca Verducci 25 Gennaio 2016 at 18:25

    Dubito che queste persone vadano in giro tutto l’anno così, quindi perchè farlo in un momento dove chiedi rispetto e leggi per te e tutti gli omosessuali?

  • Francesco Petit Colonna 25 Gennaio 2016 at 18:21

    Grande Vanoni… sono d’accordo anche io !

  • Sneg 25 Gennaio 2016 at 18:18

    Io e il mio ragazzo siamo sempre andati vestiti normalissimi, ma così anche la maggior parte delle persone. Persino in quello della città del mio ragazzo ( secondo me all’estero la gente è po’più disinibita) ho visto pochi eccessi. Quello che mi chiedo è perchè non facciano mai vedere le foto della maggioranza delle persone. Comunque, alla manifestazione di sabato, mi pare non ci fosse una parrucca o un brillantino!

  • Febo Guiscaldo Elegiaco 25 Gennaio 2016 at 17:46

    E invece mi spiace, ma ha perfettamente ragione Ornella! E ok, oggi è meglio di ieri e ce ne stanno meno conciati così… ma se è la normalità che si chiede e si cerca, perché sfilare come mignotte carnevalesche?

  • Fisheye 25 Gennaio 2016 at 17:35

    Beh, non c’ha tutti i torti…

  • claudio 25 Gennaio 2016 at 17:34

    Stai come sempre rigirando il suo discorso per cadere, come sempre fai, nel solito vittimismo gay. Io sono gay, partecipo e ballo ai pride e non mi sento in alcun modo rappresentato da uomini che girano col culo di fuori o si mettono a scopare per strada di fronte a tutti. Vogliamo essere presi sul serio? Facciamo manifestazioni come quella di sabato dove facciamo vedere che vogliamo uguali diritti perché siamo persone come tante altre. I costumi da carnevale, divertentissimi, lasciamoli per le serate in discoteca. Brava Ornella.