Italo, l’ad Flavio Cattaneo precisa: ‘noi non sosteniamo il Family Day’

Condividi

B4_scopri_italo_il_treno_img

Noi non sosteniamo il Family Day. E’ solo scattato un via libera automatico alla convenzione. Lo facciamo anche per i sindacati e lo stesso fanno le FS. Tengo a dire che io non solo non sostengo le idee di chi manifesterà sabato, ma sono proprio dalla parte opposta“.

Pensieri e parole via REPUBBLICA di Flavio Cattaneo, non solo compagno di Sabrina Ferilli ma anche amministratore delegato di NTV Italia, ovvero la società che gestisce Italo Treno, da 2 giorni nella bufera per gli SCONTI targati Family Day. Come riportato da Gay.it, tra le altre cose, nel 2014 Italo fece qualcosa di simile con il Padova Pride Village, vedi sconto del 10% per chi volesse passare un weekend danzereccio al villaggio glbtq della città. Ergo, polemica finita? Oddio, vogliamo DAVVERO paragonare un pacchetto sconti per un evento musicale glbtq ad un pacchetto sconti per una manifestazione POLITICA nata per chiedere a gran voce la PRIVAZIONE dei diritti altrui?

Autore

Articoli correlati

Comments

  • parentesi Italo E Carrozza Theatre | Queer Cents 28 Gennaio 2016 at 5:31

    […] di un cenno con la mano,che non credo sia considerato un vero contatto ma per me lo ELIZABETH italo treno,mi sembra che dopo non possiamo andarcene ognuno per la sua strada,come se niente […]

  • railworks Italia 713 | Randa Clay Design 28 Gennaio 2016 at 5:20

    […] 940 la seconda classe e 1.400 € per la prima. Incontra scarso di vendita are sued by nonostante italo treno una recensione sul suo di Italo Calvino. Questi, vi anche Schmitz, alias Svevo, che assieme al suo […]

  • Festa Rustica 25 Gennaio 2016 at 17:34

    No carino . Troppo comodo. Il family day – come ben spiegato- è una manifestazione retrograda mirata a negare dei diritti agli altri. Non è nè una serata danzante nè un’assemblea sindacale. E’ una manifestazione CON PRECISE FINALITA’ che la tua azienda ha (in definitiva) SPONSORIZZATO ed AGEVOLATO. ‘Mo te CIUCCI la patata bollente e i tuoi “distinguo” te li tieni per te in…”AUTOMATICO”!

  • Loubamba redenta 25 Gennaio 2016 at 17:15

    Non solo si sono scusati, si sono amche schierati dalla nostra parte. Direi di accettate le scuse e andare oltre

  • Simone De Bastiani 25 Gennaio 2016 at 15:37

    FInita per niente dare uno sconto specifico per una manifestazione omofoba non è lo stesso che fare quello che fare trenitalia ossia avere sconti per gruppi per qualsiasi motivo se sono abbastanza persone, per altro non così alti

  • Luca 25 Gennaio 2016 at 15:21

    certo però checcazzo, prima di scatenare un putiferio magari controllare se in passato Italo aveva fatto delle offerte in senso inverso!