Ian Thorpe, un anno dopo il coming out – ’12 mesi fantastici, ma dove sono le “persone normali”?’

Condividi

E’ già passato un anno dal coming out tv di Ian Thorpe, venuto allo scoperto lo scorso anno durante un’intervista con Michael Parkinson.
Passati 12 mesi l’ex olimpionico si è detto sconvolto dal mondo degli ‘incontri’, per lui totalmente inediti.
E’ stato tutto molto più difficile di quanto pensassi. E’ un caos assoluto la fuori! Mi chiedo spesso ‘ma dove sono tutte le persone normali?’. ‘Non sono mai stato veramente fidanzato, quindi sono stato completamente accecato da questa nuova realtà. Se qualcuno si sforza, un appuntamento può anche avere un punteggio pieno. Ma ci sono alcuni casi assurdi. Ma questa è la scena degli appuntamenti. Ma mi viene da ridere e sorrido, quindi non è poi così male. Ho incontrato per lo più ragazzi fantastici, ma di tanto in tanto anche qualche ragazzo imbecille. Nonostante tutto, però, ho davvero vissuto un grande anno‘.
Perché il coming out questo fa, soprattutto dopo così tanti anni di ‘imposto silenzio’. Detto ciò, caro Thorpe, le persone normali non esistono. Benvenuto nel mondo gay.

Autore

Articoli correlati