x

Roma Pride, inaccettabili insulti omofobi di Maurizio Gasparri: carri da SCHIFO e gente ORRENDA

Condividi

Vicepresidente del Senato della Repubblica dal 21 marzo del 2013, nonché ex Ministro ed attuale presidente del gruppo parlamentare Il Popolo della Libertà al Senato della Repubblica.
Maurizio Gasparri è da tempo il triste emblema dell’omofobia istituzionale. Solo in un Paese come il nostro un personaggio simile poteva ancora ricoprire ruoli tanto importanti, anche se da anni provocatorio e rozzo nel cinguettare insulti a 360°. Sarebbe onestamente gradita una presa di posizione NETTA da parte delle istituzioni, che siano Mattarella, Grasso o Matteo Renzi, perché tutto ciò è diventato sinceramente inaccettabile.

Autore

Articoli correlati