Vaticano, negato l’accredito all’ambasciatore gay francese

Condividi

Laurent Stefanini è stato scelto dal Governo Francese in qualità di ambasciatore francese in Vaticano.
Ma dalla Santa Sede, incredibile ma vero, non è ancora mai arrivato l’accredito. E mai arriverà.
Il motivo? Laurent Stefanini è dichiaratamente gay. 55 anni, cattolico praticante, primo consigliere dell’ambasciata dal 2001 al 2005 e poi consulente per gli affari religiosi, Stefanini ha il curriculum perfetto per ricoprire quella carica, se non fosse per un ‘cavillo’.
L’omosessualità, che in Vaticano avrebbero visto quasi come un ‘affronto’ da parte di Hollande. Peccato che il Presidente della Repubblica di Francia si sia impuntato, confermando che non farà altri nomi se non quello di Stefanini, così come in Vaticano hanno confermato il loro rifiuto a rilasciare accrediti nei suoi confronti.
E’ muro contro muro.
Mentre risuonano lontane, lontanissime le ormai celebri parole di Papa Francesco: ‘chi sono io per giudicare un omosessuale?’.
Ecco, appunto.

Autore

Articoli correlati