App gay, l’80% si fidanza grazie a loro?

Condividi

Ma come, non erano nate solo e soltanto PE’ SCOPA’?
A quanto pare no.
Secondo una ricerca portata avanti da AIDS and Behavior, l’80% degli intervistati ha confessato di aver ‘conosciuto’ il proprio partner tramite applicazioni gay alla Grindr/Tinder e/o siti di inconti alla Gaydar/GayRomeo.
Nel 2001 erano appena il 14%.
Nello stesso arco di tempo, invece, sarebbero crollati gli incontri casuali in bar e/o discoteche, perché tutti, vuoi o non vuoi, stamo a smenettà on line.
In ambito ‘sesso protetto’, infine, le conoscenze nate tramite applicazioni porterebbero ad una maggiore consapevolezza del rischio, a dispetto degli incontri casuali e mordi-e-fuggi da sauna/locale. Quindi in poche parole ho l’80% delle possibilità di fidanzarmi su Grindr?
Oddio me sto a sentì male.
Mejo de Zelig.

Autore

Articoli correlati