Luka Magnotta, ergastolo per il pornodivo che ha ucciso e smembrato uno studente cinese

Condividi

L’attore porno gay Luka Magnotta ha ammesso di aver smembrato ed ucciso uno studente cinese dopo averlo abbordato on line. Ma si è dichiarato pazzo.
32 anni, Magnotta è stato condannato all’ergastolo per i fattacci del 2012, quando massacrò il 32enne Jun Lin.
Tra 25 anni l’uomo potrà sperare in una libertà condizionale. Durante il verdetto è rimasto del tutto impassibile.
I suoi avvocati si sono giocati la carta ‘malato di mente’, quindi non penalmente responsabile delle sue azioni, ma la giuria canadese non ha creduto loro. Questo perché già nel 2011 Magnotta progettò di uccidere un uomo, senza però riuscirci.
Nel maggio del 2012 la scoperta di una testa mozzata vicino casa sua. Braccato dalla polizia dopo aver diffuso il video dell’uccisione e inviato parti del corpo della vittima alla stampa, fuggì in Europa e venne arrestato a Berlino, in un internet cafè.
Ora ha 30 giorni per fare ricorso.

Autore

Articoli correlati