Io ci credo (anche se sul treno)

Condividi

UPDATE DAL TRENO.
Sono semplicemente sotto choc.
Un Paese allo sbando.
Al Governo ci mandiamo sto cazzo. GRECIA, stiamo arrivando.

Vivere lo spoglio elettorale più ‘importante’ dell’ultimo ventennio in treno, tra wi-fi che va a puttane, gallerie di merda, telefonini che squillano e compagni di viaggio dall’ipotetica ‘scelta’ elettorale a dir poco distante dalla tua.
Ore 15. Primi exit poll. Si parte con il Senato. Poi la Camera. Domani le regionali.
Ansia snervante, anche perché sulla poltrona di un Frecciarossa.
Sel, Sel e Sel i miei 3 voti.
Nichi+Nichi+Nichi.
Non dormendo da 30 ore e con una diretta Oscar sulle spalle vedo letteralment i mostri, tanto dall’aver già programmato un party a sorpresa sul vagone 8 Roma-Milano… se dovesse andare come credo possa andare.
Nel dubbio, mi sbilancio senza tentennamenti al grido… Daje Nichi Daje. Andiamo a governare. Fiduciosi.

Autore

Articoli correlati