Chapeau Adele: 25 mesi per diventare la Regina della Musica

Condividi

19 gennaio 2011.
Esce 21, secondo album di Adele.
Fino al giorno prima questa talentuosa inglese dalla voce potente e dal fisico possente è conosciuta in patria e poco altro.
Ma da quel 19 gennaio tutto cambia. Trascinata da Rolling in the Deep, Adele inizia una scalata probabilmente senza precedenti, per quanto clamorosa e repentina.
Nel giro di due anni arrivano 7 Grammy Awards, 4 American Music Awards, 12 Billboard Music Awards, 3 BRIT Awards, 1 Critics’ Choice Movie Awards, 2 Echo Awards, 2 Ivor Novello Awards, 1 Juno Awards, 1 MTV Europe Music Awards, 4 MTV Video Music Awards, 2 NRJ Music Awards, 2 Q Awards, 2 UK Video Music Awards, 2 Swiss Music Awards, 1 Golden Globe e un Premio Oscar. Oltre a circa 40 milioni di copie vendute in due anni e mezzo, e lo stesso disco in testa alle chart di vendita globali per due anni consecutivi.
Tutto questo in 25 mesi esatti.
Da quel 19 gennaio 2011 al 24 febbraio del 2013. 25 mesi per conquistare tutto e tutti, senza indossare maschere appariscenti, curve esplosive e/o abiti sgargianti. Solo e soltanto voce e talento. Avere 24 anni, pesare una svaria, non apparire in tv per oltre un anno, non rilasciare interviste, fuggire dai paparazzi, pretendere il rispetto della propria privacy, esser diventata da poco madre e avere il mondo della musica in mano.
Si chiama Adele Laurie Blue Adkins. E ha vinto tutto quello che c’era da vincere dal 2011 ad oggi.
Applausi.

Autore

Articoli correlati