Se questa è la CHIESA: secondo il Monsignor Babini “Vendola pecca più di Berlusconi”

Condividi

Perché la Chiesa italiana TACE dinanzi allo SCHIFO politico di queste ultime settimane? Perché quello stesso Vaticano che durante il Governo Prodi lanciava scomuniche quotidiane sul centrosinistra che OSAVA pensare ai Dico quest’oggi è SILENTE, quasi nascosto, per non dire imbarazzato, mentre i suoi fedeli schiumano indignazione tra le mura di casa? Risposte che molto probabilmente si chiamano ICI e PRIVILEGI VARI assicurati da questo Governo fascista all’attuale dirigenza vaticana, quest’oggi riuscita nell’impresa di partorire l’ennesima bestemmia di questi ultimi anni. Perché secondo il Monsignor Babini, vescovo emerito di Grosseto, “l’omosessualità è un peccato assai più grave delle imprese del premier”. Intervistato da quella FECCIA internettiana di Pontifex, Babini si è così lanciato contro Nichi Vendola, Governatore della Puglia:
“Io non ne posso più della retorica inutile di Vendola. Credo, da cattolico, che la omosessualità praticata sia un peccato gravissimo e contro natura, certamente peggiore di chi va con l’altro sesso. Alla luce dei fatti, senza stilare classifiche, Vendola pecca molto di più di Berlusconi”.
Da sempre prontissimo ad aprire il culo per far uscire cagate omofobe, Babini quest’oggi si è letteralmente SUPERATO, riuscendo nell’impresa di SALVARE l’indecente e “malata” condotta del Premier, per poi puntare il dito contro il solito frocio di turno, ancora una volta umiliato, solo e soltanto perché omosessuale, da un’istituzione che sta iniziando a rasentare il concetto di CRIMINALITA’. Perché questa è istigazione all’odio. E ci siamo riccamente rotti i coglioni. 

Autore

Articoli correlati