Al grido frocio, frocio, pestaggio shock a Campo dei Fiori

Condividi

Come può una piazza che è SEMPRE presidiata dalle forze dell’ordine trasformarsi in una corrida OMOFOBA? La domanda sorge spontanea nel vedere quello che è capitato ad un ragazzi inglese, a Campo dei Fiori. Palesemente ubriaco, il giovane si è denudato in mezzo alla celebre piazza romana, approfittando del getto d’acqua nato da una fontanella clamorosamente divelta. La folla lo circonda. Ci saranno un centinaio di persone, se non più. Il ragazzo è palesemente in preda all’alcool. Gli urlano frocio, frocio. Poi il fattaccio. Lo invitano a rivestirsi, lui rispedisce al mittente i vestiti, e loro lo picchiano. Un colpo in faccia e uno alla testa, una volta caduto. Il pestaggio dura pochi secondi, ma è sconvolgente vedere come al primo TESTA DI CAZZO che alza le mani se ne aggiungano immediatamente altri. Come se tutti non aspettassero altro, come se il seme della follia fosse lì ad attendere solo e soltanto quell’assurdo momento Delle forze dell’ordine, incredibile ma vero, nemmeno l’ombra. Un tempo a Campo dei Fiori si bruciava Giordano Bruno, perché luterano, ora si pestano a sangue inglesi ubriachi, perché etichettati come froci. Quando si dice l’involuzione della specie, quando si dice la Roma pseudo sicura del FASCISTA Alemanno, quando si dice Italia.

Autore

Articoli correlati