x

Una fiaccolata contro l’OMOFOBIA OGNI venerdì a Roma, iniziamo la rivoluzione!

Condividi


Sinceramente nemmeno io ne sapevo nulla.
Sono le 21:40 di venerdì sera quando mi arriva una chiamata… Fede ma non sei alla fiaccolata?
Ehm… quale fiaccolata??
Come quale fiaccolata, quella nata con il tam tam su Facebook… dal Colosseo al Campidoglio!
Scendere in piazza il 10 ottobre prossimo, ovvero tra 50 giorni?
I gay di Roma hanno mandato un sonoro VAFFANCULO alle associazioni glbt della capitale partorendo da soli, all’improvviso, una PRIMA fiaccolata di protesta, contro i tanti, troppi episodi che negli ultimi giorni hanno sconvolto la capitale.
Almeno 100 i partecipanti, accorsi attraverso il tam tam della rete e degli sms, per un evento STORICO, visto che da ieri, anniversario del celebre discorso di Martin Luter King (I Have a Dream…) OGNI VENERDI’, alle ore 21:00, davanti al Coming Out, partirà una FIACCOLATA contro l’omofobia.
Un MINI PRIDE a settimana.
Una MARCIA silenziosa e di protesta a settimana.
Dal Colosseo al Campidoglio.
Ogni settimana, ogni venerdì, fino a quando non ci ascolteranno e RISPETTERANNO una volta per tutte.
Dignità, Laicità, Parità.
Anche noi abbiamo UN SOGNO… è arrivato il momento di andarcelo a prendere.
Tutte le settimane, tutti i venerdì. Ieri erano 100, venerdì prossimo dobbiamo almeno essere il doppio.
Fuori le associazioni, dentro i romani, gli italiani, i cittadini, gay e non.
Facciamo la nostra rivoluzione!

Fonte Foto

P.S. da un MINI PRIDE A SETTIMANA si è passati ad un MINI PRIDE al mese… venerdì prossimo (4 settembre) ci sarà in 2° appuntamento, con il 3° che arriverà ad ottobre. La vicenda assume però contorni grotteschi grazie al solito Fabrizio Marrazzo e al discutibile ArciGay romano. Non riuscendo a fare UN CAZZO di concreto, Marrazzo e l’ArciGay si sono letteralmente INFILATI dentro questa SPONTANEA forma di protesta, nata dal VUOTO organizzativo GLBT romano che loro DOVREBBERO cercare di colmare.
A suon di comunicati stampa, Marrazzo si è praticamente APPROPRIATO della fiaccolata, già stamattina bollata da molti quotidiani (Repubblica in testa) come ORGANIZZATA DA ARCIGAY, ARCILESBICA, ecc.ecc
Basito, se non schifato. Nata AL DI FUORI delle associazioni, la fiaccolata è stata immediatamente MANGIATA dalle associazioni stesse.
E’ fondamentale quindi precisare come il mini gay pride convocato per mercoledì 2 settembre da Arcigay Roma, ArciLesbica Roma, Libellula, Azione Trans e Fondazione Massimo Consoli, che oggi Repubblica associava alla fiaccolata di venerdì (grazie all’INTRUSIONE caciarona dei diretti interessati che non hanno fatto altro che creare CONFUSIONE), NON E’ COLLEGATO IN NESSUN MODO CON WE HAVE A DREAM, che si terrà VENERDI’ 4 SETTEMBRE.
Libera, APOLITICA, spontanea, l’unica, l’originale.

Autore

Articoli correlati