Alitalia e la propaganda becera

Condividi

Becera propaganda.
Su Repubblica stamattina troneggia uno SPLENDIDO articolo di Massimo Giannini sulla schifosissima campagna elettorale che si sta facendo sul caso Alitalia.
Silvio Berlusconi da un paio di giorni sta cavalcando il CASO Alitalia per trarne ovviamente profitto.
Ieri ha sparato la notizia di una pseudo cordata d’imprenditori con a capo Banca Intesa e addirittura i suoi figli! Immediata è arrivata la smentita di Banca Intesa, mentre questi fantomatici imprenditori italiani, pronti ad intervenire per salvare la compagnia, al momento esistono solo nella testa di Berlusconi.
Alitalia è con l’acqua alla gola, è sull’orlo del fallimento, ma la DESTRA italiana questo preferirebbe invece che una vendita ai francesi di Air France, ovvero gli UNICI che al momento si sono fatti avanti con un’offerta CONCRETA. Pur di salvare Malpensa farebbero fallire Alitalia… discorso che non fa una piega!
Dall’Europa ci bacchettano VIETANDOCI di elargire altro denaro nelle casse della compagnia di bandiera, che in 15 anni ha bruciato 15 miliardi di euro.
Se Alitalia fallisce Berlusconi potrà scagliarsi contro Prodi e il suo Governo, in piena campagna elettorale visto che la compagnia non ha i soldi per reggere un altro mese, mentre se verrà venduta ai francesi potrà dire la CAZZATA di aver fatto di tutto, di essere stato l’UNICO a lottare perchè Alitalia rimanesse in Italia…. diabolicamente geniale quando politicamente inaccettabile.
Tutto questo mentre i TONI della campagna elettorale si sono terribilmente alzati, da parte della DESTRA, con Fini e Berlusconi che sparano a zero contro Veltroni, buttandola in CACIARA sulle pensioni dei parlamentari, facendo una MESCHINA figura, visto che Fini prendeva una pensione DOPPIA rispetto a quella di Walter, che a differenza sua ha sempre dato tutto in beneficienza…
Si parla di RIDURRE i costi della politica e gli stipendi dei parlamentari, e questi passano all’attacco… questa è la DESTRA italiana, pronta a far fallire la compagnia di bandiera, pronta a prendere per il CULO migliaia di lavoratori su pseudo cordate alternative inesistenti, pur di accaparrarsi una manciata di voti in più.
Complimenti vivissimi a chi la vota.

Autore

Articoli correlati