x

DICO Si a più diritti per tutti! Sgarbi vs Cecchi Paone

Condividi

Dico Pacs, il giorno dopo!
Oggi non si parla d’altro, tutte le prime pagine dei giornali, anche on line, titolano a 9 colonne il varo del testo, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, dei Dico.
I Dico sono i PACS all’italiana. Da Destra ovviamente tutti a sottolineare come siano una “fregatura”, come i Pacs siano BEN ALTRA COSA, ovviamente senza mai motivare il perchè, secondo loro, son differenti, come un gregge ripetono TUTTI le stesse cose, a testa china, con il paraocchi ed il paraorecchi.
Effettivamente delle differenze tra i Dico e i Pacs francesi ci sono, ma quali sono?
La prima ENORME differenza, che i Pacs francesi non hanno, riguarda il fatto che i DICO estendono i diritti e le tutele a TUTTI i conviventi, siano essi legati da rapporti sessuali, ma anche da rapporti di parentela (due fratelli anziani che voglioni vivere assieme) di amicizia, di solidarietà o di affetto.
NESSUNA legge in Europa era arrivata a tanto. Effettivamente, quindi, grande differenza con i Pacs, ma in MEGLIO!
Cosa MANCA ai Dico, invece, che i Pacs hanno? I DICO non avranno NESSUNA registrazione solenne della convivenza, come avviene in tutta Europa.
Purtroppo, questa è la verità, gli ex centristi dell’Unione si sono ATTACCATI al nulla, costringendo la Bindi e la Pollastrini ad un cambio doloroso, ma obbligato.
I conviventi si dovranno infatti presentare all’anagrafe e, individualmente, rendere le dichiarazioni di convivenza, che verranno poi annotate sulle rispettive schede anagrafiche (me cojoni che fatica!)
Può anche andare solo UNO dei conviventi all’anagrafe, rendere la dichiarazione di convivenza, e DARNE comunicazione all’altro convivente con lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Obiettivamente queste sono delle CAZZATE, ma visto che era l’UNICA strada percorribile, meglio di niente.
Che il CIRCOLO MARIO MIELI poi, comunichi la sua insoddisfazione per il testo,ritenuto “complesso” e privo di “umanità” (ma fatela finita..) è ridicolo, probabilmente non avranno ancora capito come dover fare (anzi sicuro, il trucco gli ha affumicato il cervello), a me non sembra così difficile!
Devi andà all’anagrafe e finalmente avrai dei DIRITTI che fino ad oggi non avevi, vi sembra poco (e soprattutto, VI sembra difficile?)? Vi sembra poco in un paese dove la Chiesa MINACCIA vendette future con “non possumus” minatori da regime dittatoriale?!? Vi sembra poco un testo simile in una società dove il 70% delle persone ancora lo associa a “i matrimoni pe li froci”?
Al Mieli dico solo di SMETTERE di far parlare di politica alle Drag Queen sul palco di Mucca Assassina (vi giuro ascoltarli è peggio di un calcio sulle palle) e di RAGIONARE, leggendosi bene quello che questa legge DARA’, una volta passata in Parlamento.
Sul passaggio in Parlamento poi si è riaperta la guerra. Al Senato l’Unione ha gli uomini contati, ma son CERTO che parecchi senatori LAICI, e FROCI, della CDL voteranno a favore, oltre ai senatori a vita, che un cervello funzionante ancora ce l’hanno (non dovesse passare, ma non ci credo, che cada pure il Governo e si torni a votare, sono il primo a dirlo)
Da quel momento potrete sbraitare quanto volete, attaccarvi ancora alla Finanziaria, al matrimonio di serieB, al ridicolo salvagente della “famiglia tradizionale“, mentre vostra moglie vi mette le corna con l’idraulico, vostro figlio si tromba il compagno di scuola, vostra figlia è la puttanella della classe, e voi passate le nottate a masturbarvi con i porno su internet, ovviamente per poi andare tutti belli, puliti, profumati, la domenica mattina in chiesa a fare la vostra bella comunione, andare a prendere le paste alla fine della messa, tornare a casa, e ricominciare a bestemmiare davanti alla partita di calcio…è si, voi SI che siete dei veri Cristiani, siamo NOI FROCI i veri peccatori…l’importante è che continuate ad esserne convinti!

P.S Volete un ESEMPIO del Cattolico medievale di oggi? Ve lo mostro subito…un Vittorio Sgarbi che insulta e prende a parolacce in maniera VERGOGNOSA un Cecchi Paone (che non so come faccia a non alzarsi dalla sedia e prenderlo a calci sulle palle fino a farlo diventare un eunuco!), reo di essersi dichiarato gay a 50anni, tutto questo a Markette.
Il sottoscritti ritiene che Sgarbi debba essere rinchiuso al più presto in una casa di cura. E’ un pazzo, esaltato, cafone, puttaniere che mi viene a parlare della Chiesa tra una bestemmia e un ingiuriaè lo stereotipo vivente del FEDELE che spara a zero sulle convivenze di fatto, senza voler sentire ragioni di nessun tipo, solo per partito preso, andando a puttane il sabato sera e la domenica mattina a cantare l’Ave Maria in chiesa.
Mi ripeto per l’ennesima volta, sono io che provo pena per voi (che siete come lui)
Ecco il video SCANDALO!

Autore

Articoli correlati