Glee, Ryan Murphy pensa al reboot

Condividi

“Ora sono in una fase in cui penso sia passato abbastanza tempo. Forse dovremmo riesaminarlo come marchio. Dovremmo realizzare un reboot di qualche tipo? Dovremmo pensare a un musical di Broadway? Si tratta di un’eredità interessante che mi interessa realizzare in un modo positivo dopo esserci presi una pausa. Ma non lo so. Semplicemente amo quello che dice e ciò che fa. E non ci sarà mai nella mia vita un altro Glee, qualcosa che si avvicini per quanto riguarda le mie emozioni e il sentimento di vicinanza nei suoi confronti”.

Così Ryan Murphy, nel corso di un podcast portato avanti da Kevin McHale e Jenna Ushkowitz, ha riacceso i fari nei confronti della serie che l’ha catapultato nell’Olimpo, con 6 stagioni realizzate. Due di troppo, secondo lo stesso Ryan, che se potesse tornare indietro si fermerebbe immediatamente dopo la morte di Cory Monteith, avvenuta nel 2013. La sesta e ultima stagione di Glee è andata in onda nel 2015.

Autore

Articoli correlati